Dal campo di battaglia di Solferino al Museo della Croce Rossa

10 km in onore di tutti i feriti di guerra

Di Luca Delpozzo

La sera di Saba­to 25 Giug­no, alle 20, migli­a­ia di per­sone si daran­no appun­ta­men­to al Memo­ri­ale di Solferi­no (A4 usci­ta Sirmione) per la “Fiac­co­la­ta del­la Croce Rossa”  in ricor­do di tut­ti i fer­i­ti di ogni tem­po e del­l’or­rore del­la guer­ra pro­prio quan­do ricorre l’an­niver­sario di una delle più san­guinose battaglie del­la sto­ria del nos­tro paese.
Il 24 Giug­no 1859 furono oltre 230.000 i sol­dati aus­triaci e fran­co-piemon­te­si che si fron­teggia­rono sui campi di Solferi­no e di San Mar­ti­no (quest’ul­ti­ma affi­da­ta alle truppe di Vit­to­rio Emanuele II) ed è qui che si fa risalire la nasci­ta del­la Croce Rossa Inter­nazionale per inizia­ti­va di Jean Hen­ri Dunant, un filantropo svizze­ro che incitò i soc­cor­ri­tori a occu­par­si di tut­ti i fer­i­ti, indis­tin­ta­mente dal­la nazion­al­ità o dal­lo schiera­men­to. 
Nel­l’an­no del 150° del­l’ ques­ta ricor­ren­za assume un sig­ni­fi­ca­to anche più impor­tante e allo stes­so tem­po richia­ma l’at­ten­zione sul con­trib­u­to di un sin­go­lo uomo alla nasci­ta di un’is­ti­tuzione anco­ra oggi fon­da­men­tale in ogni parte del mon­do. L’idea di un soc­cor­so “super partes”, di un sim­bo­lo capace di super­are l’o­dio (la croce rossa è sta­ta affi­an­ca­ta nel tem­po dal­la mez­za­lu­na rossa e dal cristal­lo, pro­prio per non gener­are esclu­sioni legate a sim­boli reli­giosi) era val­sa il Pri­mo Pre­mio Nobel per la Pace a Jean Hen­ry Dunant, ma soprat­tut­to ha dato vita alla più grande orga­niz­zazione uman­i­taria al mon­do!
I molti volon­tari prove­ni­en­ti da ogni parte d’I­talia ma anche da Svizzera e Aus­tria, sfil­er­an­no per le strade che unis­cono Solferi­no a Cas­tiglione delle Stiviere,  riper­cor­ren­do sim­boli­ca­mente il tragit­to dei soc­cor­ri­tori che trasportarono i fer­i­ti del­la battaglia di Solferi­no al pri­mo avam­pos­to medico e oggi sede del del­la Croce Ros­saIn­ter­nazionale (10 Km cir­ca).
I più sportivi potran­no preparar­si alla fiac­co­la­ta con una cor­sa di 10 Km fra San Mar­ti­no e il memo­ri­ale di Solferi­no. L’ap­pun­ta­men­to in quel caso è pre­vis­to per le 18 a San Mar­ti­no (4 Km dal­l’us­ci­ta di Sirmione sul­la A4, ver­so il ).