150 mila Euro dal Comune di Desenzano alle attività produttive per far fronte alle restrizioni

Parole chiave:
Di Redazione

Al via il ban­do ded­i­ca­to a quei com­mer­cianti desen­zane­si che nel 2020 han­no dovu­to chi­ud­ere la pro­pria attiv­ità a causa dell’emergenza Covid: fino a 2000 euro elar­gi­ti dal Comune per ogni richi­es­ta, per venire incon­tro ad uno dei set­tori più col­pi­ti dall’emergenza.

Par­tirà lunedì 16 novem­bre e ter­min­erà il 18 dicem­bre 2020 la pos­si­bil­ità di accedere al ban­do per le Attiv­ità Pro­dut­tive da 150.000 euro com­p­lessivi: un provved­i­men­to forte­mente volu­to dall’Assessore che per­me­t­terà di sostenere quei com­mer­cianti che han­no avu­to impor­tan­ti defezioni di fat­tura­to a causa delle restrizioni imposte per con­tenere la pan­demia da Covid 19.

IL SOSTEGNO.

La misura prevede un inter­ven­to su 2 fronti.

Il pri­mo riguardante chi non ha potu­to esercitare l’attività nei locali di pro­pri­età. In tal caso la cifra che ver­rà ero­ga­ta per ogni sin­go­la richi­es­ta, vari­erà da un con­trib­u­to di 1000 euro per col­oro che han­no subito un calo del fat­tura­to tra il 30% e il 50% dal 1 mar­zo al 30 novem­bre 2020 (rispet­to allo stes­so peri­o­do del 2019), per arrivare fino a 2000 euro per i com­mer­cianti che han­no per­so tra il 71% e il 100% degli introiti dell’anno pas­sato. Per la per­centuale inter­me­dia, tra il 51% e il 70%, saran­no invece ero­gati 1500 euro.

Nel sec­on­do caso il con­trib­u­to, fino a 2.000,00 Euro, arriverà per chi eserci­ta l’attività eco­nom­i­ca in un immo­bile in affit­to per il quale si sia provve­du­to a ver­sare i canoni da mar­zo a dicembre2020. Il con­trib­u­to ver­rà ver­sato nel­la misura del 50% del­la som­ma dei canoni di locazione ver­sa­ti dal tito­lare dell’attività com­mer­ciale al pro­pri­etario dell’immobile nel peri­o­do da mar­zo a dicem­bre 2020. Alla doman­da dovrà essere alle­ga­to sia il con­trat­to di locazione sia le qui­etanze di paga­men­to com­pro­van­ti i ver­sa­men­ti effet­tuati. Il con­trib­u­to mas­si­mo ero­ga­bile non potrà comunque super­are al som­ma di Euro 2.000,00=.

L’investimento totale, come det­to, sarà di 150.000 euro e saran­no accettate richi­este, se in pos­ses­so dei req­ui­si­ti nec­es­sari, fino ad esauri­men­to fondi.

CRITERI DI PARTECIPAZIONE.

Oltre a possedere un’attività eco­nom­i­ca che durante il peri­o­do del lock­down abbia sospe­so tem­po­ranea­mente l’attività, il richiedente, dovrà avere anche altri req­ui­si­ti nec­es­sari per parte­ci­pare al bando.

Tut­ti i cri­teri sono spec­i­fi­cati ed elen­cati sul­la nota del ban­do che è disponi­bile online sul sito isti­tuzionale www.comune.desenzano.brescia.it. Nel­la fat­tispecie, rias­sumen­do i più pre­pon­der­an­ti, occorre rien­trare tra le micro, pic­cole, medie imp­rese, avere la sede oper­a­ti­va o l’unità locale sul ter­ri­to­rio di Desen­zano, essere in rego­la con gli obb­lighi con­tribu­tivi e non avere pen­den­ze penali defin­i­tive. E’ ammes­sa la pre­sen­tazione di una sola doman­da da parte del­la medes­i­ma società/ditta individuale.

L’istruttoria e la definizione del­la grad­u­a­to­ria avver­rà entro i 30 giorni suc­ces­sivi alla sca­den­za del ter­mine fis­sato per la pre­sen­tazione delle domande.

MODALITA’ E TEMPI DI ISCRIZIONE.

La doman­da di erogazione del con­trib­u­to dovrà essere inoltra­ta con modal­ità telem­at­i­ca acce­den­do al sito https://comunedesenzano.elixforms.it/, sezione Attiv­ità Pro­dut­tive, mod­u­lo “Doman­da di erogazione contributo”.

La doman­da dovrà essere obbli­ga­to­ri­a­mente pre­sen­ta­ta con modal­ità telem­at­i­ca dalle ore 00.01 del giorno 16 novem­bre alle ore 12.00 del giorno 18 dicem­bre 2020.

PAGAMENTO.

Dopo aver ver­i­fi­ca­to sia la valid­ità del­la doman­da, sia la valid­ità del­la doc­u­men­tazione alle­ga­ta alla doman­da (e l’eventuale doc­u­men­tazione inte­gra­ti­va), si pro­ced­erà alla liq­uidazione del con­trib­u­to, che ver­rà eroga­to sul con­to cor­rente col codice Iban indi­ca­to al momen­to del­la domanda.

IL COMMENTO DELLASSESSORE.

Siamo con­tenti di pot­er imple­mentare una vol­ta anco­ra i provved­i­men­ti pre­si fino ad ora per le nos­tre attiv­ità. Il ban­do Duc dei cen­tri stori­ci da 100.000 euro, il ban­do per il recu­pero del­la spe­sa dei dis­pos­i­tivi di pro­tezione da 40.000 euro, la pro­mozione esti­va del nos­tro ter­ri­to­rio con “E..state in Lom­bar­dia”, il video con migli­a­ia di visu­al­iz­zazioni “Io com­pro a Desen­zano”, l’attivazione del­la web app “Ris­toran­ti, negozi, servizi a casa tua” gra­zie alla quale i com­mer­cianti locali pos­sono pre­sentare i loro prodot­ti da asporto: cre­do che tan­to sia sta­to fat­to, ma che tan­to dovrà anco­ra essere pen­sato per le nos­tre attiv­ità. Per questo sono con­vin­ta che un ban­do che eroghi sol­di a fon­do per­du­to in questo momen­to, rap­p­re­sen­ti un ulte­ri­ore tas­sel­lo di quel mosaico di aiu­ti con­creti per la nos­tra cittadinanza.”

Parole chiave: