20 milioni di euro l’investimento per le nuove montagne russe di Gardaland

Di Luigi Del Pozzo

Nick Macken­zie, Diret­tore Gen­erale Divi­sione Parchi a Tema e Resort di Mer­lin Enter­tain­ments, ha volu­to pre­sidiare l’avanzamento dei lavori che porter­an­no alla real­iz­zazione di mon­tagne russe des­ti­nate a fare notizia sia per le loro carat­ter­is­tiche tec­niche che per le par­ti­co­lar­ità scenografiche.

MERLIN ENTERTAINTMENTS, la più grande azien­da euro­pea oper­ante nel set­tore dell’intrattenimento per famiglie di cui fa parte dal 2006, ha deciso anco­ra una vol­ta di puntare sull’Italia per un impor­tante inves­ti­men­to del Gruppo.

Garda­land non è solo il Par­co Tem­ati­co numero 1 in Italia ma è anche uno dei più gran­di e una delle più impor­tan­ti strut­ture del Grup­po Mer­lin Enter­tain­ments; per ques­ta ragione è fon­da­men­tale con­tin­uare a inve­stire, oggi e in futuro, nel­la con­tin­ua cresci­ta di ques­ta realtà. Ed ecco per­ché abbi­amo deciso che il mer­ca­to ital­iano mer­i­tasse – quat­tro anni dopo Rap­tor, le uniche Mon­tagne Russe Alate in Italia — un impor­tante inves­ti­men­to per un’attrazione che potesse avere un forte impat­to emozionale sui vis­i­ta­tori” — affer­ma Nick Mackenzie.

Si trat­ta di uno dei più gran­di inves­ti­men­ti mai effet­tuati a Garda­land per una sin­go­la attrazione. E devo dire che, chi salirà su queste mon­tagne russe, toc­cherà con mano tut­to il loro val­ore! Saran­no le più emozio­nan­ti ed adren­a­liniche di sem­pre con un inves­ti­men­to com­p­lessi­vo di oltre 20 mil­ioni di euro!” — pros­egue Nick Macken­zie - “Oltre ad avere anco­ra al nos­tro fian­co il migliore e più qual­i­fi­ca­to pro­dut­tore di roller­coast­er al mon­do — l’azienda svizzera Bollinger & Mabil­lard Inc. (B&M) — abbi­amo lavo­ra­to in sin­er­gia per lo svilup­po di un prog­et­to sen­za prece­den­ti. Queste gran­dis­sime mon­tagne russe saran­no in gra­do di elet­triz­zare ed esaltare davvero i nos­tri vis­i­ta­tori pre­mian­do così il pub­bli­co italiano.”

La pri­ma cosa da sot­to­lin­eare è che queste mon­tagne russe sono des­ti­nate ad essere grandiose - con­tin­ua entu­si­as­ta Nick Macken­zie — Sarà un per­cor­so con inver­sioni, altezze fino a 42 metri d’altezza, incli­nazioni supe­ri­ori agli 85 gra­di e veloc­ità che sfior­eran­no i 100 km/h. Ma i veri plus saran­no l’armonica tem­atiz­zazione con l’area nel­la quale l’attrazione è inseri­ta e la ric­chez­za di effet­ti spe­ciali: dal per­cor­so che pre­cede l’accesso all’attrazione per arrivare sino all’imbarco e, quin­di, all’espe­rien­za vera e pro­pria sulle mon­tagne russe”. 

Da amante del briv­i­do pos­so davvero garan­tirvi che, gra­zie a queste mon­tagne russe, l’adrenalina scor­rerà a fiu­mi! Garda­land, cuore pul­sante dell’entertainment ital­iano, potrà presto offrire un’ulteriore mem­o­ra­bile espe­rien­za ai pro­pri Ospi­ti nel seg­no dell’innovazione, del­la pro­fes­sion­al­ità e del­la qual­ità”. - con­clude Nick Mackenzie.

Intan­to al cantiere delle gigan­tesche mon­tagne russe si pro­cede con l’assemblaggio dei vari seg­men­ti del trac­cia­to, il mon­tag­gio delle colonne e del­la rota­ia. E’ già riconosci­bile la stazione di parten­za — anche se anco­ra al grez­zo — e si sta provve­den­do al ripristi­no delle pareti in sas­so lun­go la via­bil­ità prin­ci­pale e in tut­to il perimetro che delimi­ta l’area di real­iz­zazione dell’importante novità 2015.

E sul sito gardaland2015.it? Che ne è sta­to del pal­lone con radio-son­da risuc­chi­a­to nel­la grande mis­te­riosa spi­rale? Si vocif­era sommes­sa­mente sulle pos­si­bili ipote­si… Sem­bra che il suo datario sia tor­na­to insp­ie­ga­bil­mente imposta­to su una data di 39 anni pri­ma, quel­la del 19 luglio 1975! Il ter­reno, nel frat­tem­po, si è raf­fredda­to e la spi­rale … si è spen­ta. Gli scien­ziati han­no ispezion­a­to atten­ta­mente la zona seg­na­lan­do la pre­sen­za di una strana “spi­rale metal­li­ca” inter­ra­ta, com­ple­ta­mente ossi­da­ta, cor­rosa dal tem­po, scal­fi­ta dal­la ter­ra e con­suma­ta dall’acqua: “Pipedom” è il curioso nome che è sta­to attribuito all’insolito oggetto!

 

.