2017 positivo per il Vittoriale degli Italiani con oltre 250 mila visitatori: + 10,78%

05/01/2018 in Attualità
Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

Anche nel 2017 il Vittoriale degli Italiani ha superato l’obiettivo prefissato (250mila visitatori) chiudendo l’anno con 258.555 presenze: un aumento, rispetto al 2016, del 10,78% per il parco dannunziano e di poco inferiore per le visite alla Prioria.

Il Presidente della Fondazione Giordano Bruno Guerri commenta così questo risultato, importante conferma di un modello gestionale che funziona: “Mentre i musei statali registrano un aumento del 9%, con la prima domenica del mese gratuita, credo che il risultato ancora più esaltante del Vittoriale sia dovuto anche all’associazione GardaMusei, una rete che giova a tutti i 25 membri, con un modello virtuoso di scambi, sconti, collaborazione e comunicazione.”

Il 2017 è stato un anno di grandi novità per il Vittoriale: grazie ad un accordo tra Regione Lombardia, Fondazione Il Vittoriale degli Italiani e A2A è stato inaugurato un nuovo tratto di illuminazione esterna, un lavoro illuminotecnico di grande qualità che dall’estate scorsa offre al pubblico la possibilità di godere in notturna della passeggiata che dalla Prioria arriva al MAS e alla Nave Puglia. Per la prima volta il complesso dannunziano è rimasto aperto per visite speciali serali, offrendo ai visitatori una nuova modalità di visita.

Il giardino del Vittoriale – “Parco più bello d’Italia” nel 2012 – è diventato negli anni un museo en plein air grazie alle donazioni di grandi artisti come Mimmo Paladino, Arnaldo Pomodoro, Velasco Vitali e Mario Botta. Nel 2017 si è arricchito ulteriormente: Ugo Riva, Girolamo Ciulla, Federico Severino, Michela Benaglia, Dario Tironi Cesare Inzerillo sono gli artisti le cui opere – sculture, fotografie e bassorilievi – hanno reso ancora più prezioso il Vittoriale degli Italiani.

Fino al 31 gennaio è visitabile a Villa Mirabella la mostra Magnifiche Presenze: la collaborazione tra il Vittoriale degli Italiani e Casa Pascoli per raccontare Giovanni Pascoli e Gabriele d’Annunzio, grazie alle fotografie di Caterina Salvi Westbrooke e ai dipinti di Sandra Rigali.

L’anno appena concluso ha visto l’inaugurazione della Saletta Cinematografo – la più piccola sala cinematografica del mondo, con una sola poltrona – e del nuovo Museo L’automobile è Femmina. E ancora la nascita delPremio Genio Vagante – ideato e promosso dal Vittoriale e dall’Istituto Italiano di Cultura di Montreal, il primo premio dedicato ai “Cervelli in fuga” e alla sapienza italiana nel mondo – e l’assegnazione dell’VIII Premio del Vittoriale a Piero Angela. Infine è stato restaurato il Portale d’ingresso, tornato dopo decenni ai suoi colori originali.

Le novità del 2018 sono già in cantiere: il 22 gennaio Arte, paesaggio e case d’artista all’interno del ciclo di incontri di Regione Lombardia #Lombardiaperlacultura, a marzo una peculiare partecipazione a Tempo di Libri per celebrare gli 80 anni della morte di d’Annunzio. Verrà infine inaugurata al Vittoriale la mostra D’annunzio e l’arte del profumo. Odorarius Mirabilis promossa da Marco Vidal, Direttore Commerciale Mavive e Amministratore Delegato di The Merchant of Venice, sostenuta da Mavive SpA e fortemente voluta da Giordano Bruno Guerri.

Commenti

commenti