2200 presenze in 40 giorni per il campeggio municipale “invernale” di Lazise

12/01/2017 in Attualità
Parole chiave: -
Di Sergio Bazerla

Oltre 2200 pre­sen­ze in soli quar­an­ta giorni di aper­tu­ra, con una media di 55 pre­sen­ze gior­naliere. Questi sono i pri­mi dati che emer­gono dopo la chiusura del campeg­gio munic­i­pale di Lazise. Un gradi­men­to impor­tante da parte dei tur­isti che han­no godu­to delle bellezze di Lazise e  del lago di Gar­da dal 1 dicem­bre al 9 gen­naio. Com­pli­ci anche le ban­car­elle dei col­lo­cati in piaz­za Vit­to­rio Emanuele e sul lun­go­la­go Marconi.

Dire che è sta­to un bel esper­i­men­to è dire poco — sostanzia il sin­da­co Luca Sebas­tiano — per­chè le oltre 2200 pre­sen­ze sono un riscon­tro ogget­ti­vo. A noi inter­es­sa­va soprat­tut­to offrire un servizio al tur­ista, non tan­to fare cassa.”

Una inizia­ti­va che abbi­amo lan­ci­a­to come una sor­ta di esper­i­men­to — con­tin­ua il vice sin­da­co Euge­nio Azza­li — e che ha dato frut­ti al di sopra di ogni nos­tra aspet­ta­ti­va. Come dice­va il sin­da­co non tan­to per gli incas­si, che comunque ci sono sta­ti , ma soprat­tut­to per­chè c’è sta­to il gradi­men­to, ci sono sta­ti apprez­za­men­ti, mail di ringrazi­a­men­to, let­tere di asso­ci­azioni di campeg­gia­tori e camperi­sti che han­no gra­di­to moltissi­mo l’aper­tu­ra del­la strut­tura.  Ora dob­bi­amo met­ter­ci subito al lavoro per il ripristi­no e le manuten­zioni per­chè Pasqua non è molto dis­tante. Dob­bi­amo essere fun­zio­nan­ti e pron­ti. Ma — con­clude Azza­li — a fronte di questi dati impor­tan­ti dob­bi­amo sicu­ra­mente cal­en­dariz­zare anche l’aper­tu­ra inver­nale per il 2017.”

Il campeg­gio muc­nic­i­pale è il pri­mo sor­to sul lago di Gar­da veronese. E’ attiguo al cen­tro stori­co e si affac­cia sul lun­go­la­go Cavaz­zoc­ca Maz­zan­ti. Ha 116 piaz­zole di sos­ta e 13 bun­ga­low in muratu­ra e si estende su un’area di 15000 metri quadrati.

Noi siamo rimasti entu­si­asti del­la strut­tura che non conosce­va­mo — spie­ga una famiglia mod­e­nese — e che offre davvero un buon servizio. Non fos­se altro per la sicurez­za not­tur­na, per i servizi igien­i­ci, l’ac­qua cal­da, le doc­ce. E poi la bellez­za di essere all’in­ter­no del paese che è una bom­boniera. Ver­re­mo anche d’es­tate. E fare­mo una bel­la pub­blic­ità con i nos­tri amici.”

Si è anda­ta molto bene — sot­to­lin­ea l’asses­sore Ful­vio Ziviel­lo — e Lazise è diven­ta­ta una bel­la meta anche in inver­no. Dob­bi­amo sem­mai con­vin­cere alcu­ni oper­a­tori tur­is­ti­ci a tenere aper­to alcu­ni eser­cizi per­chè si è sen­ti­ta ques­ta man­can­za da parte degli ospi­ti del campeg­gio. Anche questi sono servizi che qual­i­f­i­cano il nos­tro territorio.”

Molti apprez­za­men­ti, mol­ta sod­dis­fazione — sot­to­lin­eano alla recep­tion del campeg­gio — e la promes­sa di un ritorno in estate. la mag­giore pre­sen­za ovvi­a­mente è sta­ta di tur­isti ital­iani. La lamentela di alcu­ni è sta­ta quel­la del­la scarsa disponi­bil­ità di servizi per la ris­torazione per­chè chiusi.”

Ser­gio Bazerla

Parole chiave: -