Il 24 e 25 febbraio apre a Desenzano del Garda il “Garda Green Festival”

Iscriviti al nostro canale
Di Redazione

L’ultimo fine settimana di febbraio, venerdì 24 e sabato 25, Desenzano del Garda ospiterà, per iniziativa di Garda Uno SpA con la collaborazione dell’amministrazione comunale, “Garda Green Festival”, un mix di convegni, dibattiti e mostre sulla sostenibilità dei servizi pubblici.

La raccolta differenziata dei rifiuti e la mobilità elettrica, attraverso il confronto di opinioni di esperti e addetti al settore, saranno protagoniste nell’intera giornata di venerdì 24 febbraio a Palazzo Todeschini, mentre piazza Malvezzi, tra lo stesso venerdì e il sabato 25, ospiterà un’esposizione di veicoli elettrici e componenti, una mostra fotografica sull’evoluzione dei mezzi per la raccolta dei rifiuti dagli inizi del secolo scorso agli anni ’70 e, infine, un’esposizione di lavori degli studenti dell’istituto “Bazoli-Polo” di Desenzano e del liceo “Fermi” di Salò e del FotoClub di Moniga del Garda. Coinvolti anche gli allievi dell’istituto alberghiero “Caterina de’ Medici” di Desenzano con il progetto “Il Garda in tavola a rifiuti zero”.

L’ingresso all’esposizione (dalle 9 alle 17 di entrambe le giornate) è libero, così come la partecipazione ai convegni, ma gli organizzatori, tenuto conto dei posti limitati, raccomandano l’iscrizione al link www.gardaunoeventi.it/modulo-iscrizione-garda-green-festival.

Per informazioni si può, inoltre, contattare il n. 030 9995409 oppure scrivere a segreteria.generale@gardauno.it. Il report multimediale dell’evento sarà disponibile durante e dopo il termine dei lavori su www.gardaunoeventi.it. I lavori prenderanno il via alle 9 di venerdì, con i saluti del sindaco di Desenzano Rosa Leso e del presidente di Garda Uno Mario Bocchio.

L’agenda prevede la presentazione del libro “La raccolta differenziata” dagli autori Daniele Fortini e Nadia Ramazzini. Sull’esperienza della differenziata, con le sue molteplici complessità nelle località turistiche, interverrà il dirigente di Garda Uno, Massimo Pedercini.

Il convegno metterà sotto la lente d’ingrandimento anche le esperienze di questo sevizio nel vicino Veneto: parleranno di gestione dei rifiuti nelle zone turistiche Stefania Tesser, dell’Osservatorio Rifiuti Arpa Veneto, e Thomas Pandian, direttore del Consorzio VR2. Michele Giavini e Giorgio Ghiringhelli, di Ars Ambiente srl riferiranno, invece, sugli impulsi a livello europeo e locale della raccolta differenziata, ai quali si aggiungerà un intervento del dirigente della Cooperativa sociale “Cauto” di Brescia, Beppe Bruni, sui riflessi socio-economici della differenziata. Spazio anche ad alcuni interventi di studenti delle scuole che aderiscono a Garda Uno Lab.

I lavori, dopo la pausa-pranzo, riprenderanno alle 13.45 con gli interventi dell’assessore all’ambiente di Desenzano, Maurizio Maffi (“Comuni virtuosi: l’esperienza di Desenzano”), di Erica Bettoni, Garda Uno (“Evoluzione normativa: nuove disposizioni PNire”), Silvana Di Matteo, Regione Lombardia (“Strategia regionale sulla mobilità elettrica”), Massimiliano Faini, Garda Uno (“Tecnologie in campo: progetto 100% Urban Green Mobility & E-Way”), Giuseppe Mauri, Rse Sse (“Mobilità elettrica in Italia: l’esperienza di RSE”) e, a chiudere i lavori della giornata, Francesco Piga, Nevicam (“Interoperabilità: gestire una rete di stazioni di ricarica per veicoli elettrici”).

Presentando la due giorni di Desenzano, il presidente della multiutility Mario Bocchio tiene a sottolineare le ragioni dell’iniziativa che, oltre al Comune ospitante, gode del patrocinio di Regione, Associazione dei Comuni Virtuosi, Patto dei Sindaci, Agende 21 Locali Italiane e RSE:

«Il Garda è una primaria risorsa turistica e una realtà ambientale di grande pregio, di qui lo sforzo che Garda Uno sta esercitando da tempo, con la collaborazione dei comuni, primo in testa quello di Desenzano, proprio per trovare le sinergie necessarie a sviluppare nuovi servizi e sistemi per la raccolta differenziata, per la mobilità “green” e altre fonti rinnovabili: il tutto – conclude Bocchio – per costituire una leva per migliorare la vivibilità e l’attrazione dell’intero bacino del Garda».

Per il sindaco Rosa Leso, che con il suo saluto aprirà i lavori della mattina e del pomeriggio « la firma del Patto dei Sindaci nel 2014 non è stato un atto formale: raccolta differenziata, risparmio e energetico e mobilità sostenibile sono diventati temi centrali del nostro impegno, che ha conseguito risultati tangibili e importanti riconoscimenti. Ringrazio Garda Uno per questa iniziativa, perché un nuovo rapporto con l’ambiente è fatto di azioni e di scelte amministrative ma anche di divulgazione ed educazione, per riformare la cultura civica a partire dalle nuove generazioni».

E per Stefania Faini, che ha coordinato campagne di comunicazione ambientale per Garda Uno: «Si parla da tempo di raccolta differenziata, termine entrato nel linguaggio comune, buona abitudine e impegno quotidiano. Si sente parlare anche di economia circolare ovvero un’economia che faccia tesoro dei rifiuti di ogni ciclo di produzione e di consumo perché diventino nuovamente materia prima, preservando così le risorse naturali del pianeta.

Il convegno verte su questo: come fare una buona raccolta differenziata per alimentare l’economia circolare, risparmiare risorse naturali, tutelare il pianeta. Confronti, esperienze e la direzione condivisa delle politiche europee».

Commenti

commenti