Sabato scorso venticinquemila avannotti sono stati gettati nelle acque antistanti la costa mélsinea, precisamente in sette-otto punti nel tratto che va da Val di Sogno a Navene.

25 mila avanotti seminati nel Garda

25/01/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Il “Dirlindana Club” di Malcesine attivo per la semina di trote nel lago di Garda. Sabato scorso venticinquemila avannotti sono stati gettati nelle acque antistanti la costa mélsinea, precisamente in sette-otto punti nel tratto che va da Val di Sogno a Navene.Il club di pescatori ha approfittato dell’iniziativa da parte dei comuni di Garda e di Bardolino, che appunto seminavano il salmonide, per fare altrettanto.Gli esemplari di una grandezza che va dai 9 ai 12 centimetri di lunghezza sono stati distribuiti su otto barche a motore e riversati poi in acqua. L’operazione ha richiesto circa un’ora di lavoro; ad assistere erano in molti, incuriositi dalla novità.«Le trote, spiega Adelino Lombardi, vicepresidente del Dirlindana Club, sono state gettate al largo, non vicino alla riva, però è facile che questi piccoli pesci rientrino verso la costa.E’ proprio per questo motivo che è importantissimo che i guardia pesca e gli enti che si occupano della salvaguardia della fauna ittica, si adoperino per controllare che gli avannotti non vengano pescati, ma che crescano e contribuiscano al ripopolamento della specie. Sono stati spesi per questa operazione circa tré milioni, non vorremmo averli buttati via”.Il club di cui è appena cambiato il direttivo e del quale presidente è ora Felice Banterla, ha diversi progetti in cantiere.Oltre alla semina di pesci, che vorrebbe effettuare almeno una volta all’anno, nella riunione della settimana scorsa (dove l’affluenza è stata notevole), si è parlato anche di acquistare l’ex incubatoio di Cassone che la Provincia ha appena messo in vendita, il club a questo proposito chiederà l’aiuto del comune. Vorrebbe inoltre sensibilizzare tutti gli amanti della pesca, anche i dilettanti, ad approfondire quella che è la propria cultura ittica.A tale proposito venerdì prossimo, presso il municipio di Malcesine, ci sarà una assemblea dove sono pregati di partecipare tutti i pescatori, durante la riunione verranno anche discusse le nuove normative sulla pesca, varate dalle tre Province interessate, e cioè quella veronese, bresciana e trentina.

Katia Toninelli

Commenti

commenti