300 mila Euro dalla Regione Lombardia, all’Unione Comuni della Valtenesi, per la sicurezza

14/06/2016 in Attualità
Di Redazione

L’U­nione Comu­ni del­la Valte­n­e­si (Padenghe, Soiano, Moni­ga e Maner­ba) ha ottenu­to un finanzi­a­men­to di 160.000 dal­la regione, il più alto in provin­cia di Bres­cia, per l’introduzione di apparec­chia­ture e impianti per la sicurez­za del ter­ri­to­rio.

Il prog­et­to, elab­o­ra­to dal­la dell’Unione, prevede inter­ven­ti nel cam­po del­la videosorveg­lian­za e del­la dotazione del­la .

Ver­ran­no acquis­tate apparec­chia­ture per il con­trol­lo degli auto­mo­bilisti che risul­tassero pos­i­tivi all’alcool test e anche alle sostanze stu­pe­facen­ti.

Ma la parte da leone del prog­et­to lo fa il sis­tema di let­tura delle targhe ai varchi d’accesso del ter­ri­to­rio.

Sono pre­visti 14 impianti all’ingresso di tutte le vie in entrate nei quat­tro comu­ni, per tut­ti gli auto­mo­bilisti che dai comu­ni lim­itrofi o da tan­gen­ziali rag­giun­gono il ter­ri­to­rio dell’Unione.

Il sis­tema autom­a­tiz­za­to di let­tura delle targhe è provvis­to di sen­sori, che com­bi­nati con una tec­nolo­gia d’analisi video, per­me­tte il riconosci­men­to dei carat­teri delle targhe anche nelle peg­giori con­dizioni atmos­feriche (neb­bia, piog­gia, fan­go, neve. All’interno del sen­sore saran­no instal­late librerie di riconosci­men­to di targhe di veicoli del con­testo europeo e di buona parte delle targhe extra UE.

Il var­co per­me­t­terà di ril­e­vare anche auto ad alta veloc­ità (fino a 150 km orari) e con­di­vi­sione delle infor­mazioni ril­e­vate in tem­po reale con e .

E’ pre­vista l’integrazione delle nuove tele­camere con l’impianto esistente. Ogni comune dell’Unione sarà provvis­to di 3/4 varchi per ril­e­vare tut­ti gli acces­si.

Il prog­et­to com­p­lessi­vo ammon­ta ad euro 320.000 euro, di cui 160.000 finanziati da Regione. Per il resto si attinge dall’avanzo gen­er­a­to dall’ Unione sui rispar­mi del Fon­do erar­i­ale.

Siamo di fronte ad un prog­et­to sovra­co­mu­nale di grande valen­za, che si pone l’obiettivo del con­trol­lo del ter­ri­to­rio con sis­te­mi tec­no­logi­ci avan­za­ti. Non vedi­amo l’ora di sper­i­menta­re l’impiego di tali stru­men­ti e di sco­prirne la loro effi­ca­cia per miglio­rare la sicurez­za nei quat­tro comu­ni dell’Unione.