Don Lanfranco Magrinelli ha fatto il suo ingresso ufficiale alla guida della parrocchia di Lazise

12/10/2017 in Attualità
Parole chiave:
Di Luigi Del Pozzo

Il pri­mo a salutare il nuo­vo par­ro­co di Lazise è sta­to il sin­da­co Luca Sebas­tiano, anco­ra sul­la por­ta del­la chiesa par­roc­chiale, pri­ma di pren­dere pos­ses­so del­la par­roc­chia dei San­ti Zenone e Mar­ti­no. Un ind­i­riz­zo di salu­to molto caloroso nel quale il sin­da­co  ricorda­to al nuo­vo pas­tore che riceve una ered­ità impor­tante las­ci­a­ta da Don Achille Boc­ci dopo 15 anni di inten­so lavoro ed apos­to­la­to.

Un gius­to riconosci­men­to a quan­to ha sem­i­na­to con forza evan­gel­i­ca il par­ro­co che ha deciso di ritornare ad essere mis­sion­ario in Ciad.

Le con­seg­no un piat­to che rap­p­re­sen­ta Lazise ed una pub­bli­cazione lega­ta ai Diplo­mi otto­ni­ani — ha sog­giun­to il pri­mo cit­tadi­no — per­ché pos­sano essere seg­no del­la nos­tra anti­ca cit­tad­i­na ed uno stru­men­to per capirne sia la sto­ria che gli usi, le abi­tu­di­ni e la labo­riosità del­la nos­tra gente.”

L’in­gres­so nel­la chiesa è sta­to accom­pa­g­na­to dal coro con in tes­ta i labari delle asso­ci­azioni di volon­tari­a­to, cul­tur­ali, di cat­e­go­ria ed anche d’ar­ma.

Nel cor­so del­l’omelia Don Lan­fran­co ha sot­to­lin­eato la sua ampia disponi­bil­ità ad essere fratel­lo nel­la fede, a cam­minare insieme, a far si che essere cre­den­ti in Cristo sia una cosa bel­la , piacev­ole, non un sac­ri­fi­cio o una costrizione. “Ven­go in mez­zo a voi con umiltà e con disponi­bil­ità — ha evi­den­zi­a­to il par­ro­co — pro­prio per­ché questo è il mes­sag­gio evan­geli­co che fin dal­la mia ordi­nazione nel lon­tano 1980 ho sem­pre por­ta­to con me nel­la con­vinzione di essere servi­tore del­la vigna del Sig­nore.”

A rap­p­re­sentare il vesco­vo di Verona c’era l vic­ario fora­neo don Giuseppe Marchi che ha sanci­to il decre­to vescov­ile di nom­i­na. Con lui, a con­cel­e­brare, il par­ro­co di Colà-Pacen­go e di San­drà.

A con­clu­sione del rito c’è sta­to un momen­to di ritro­vo e fes­ta nel­l’o­ra­to­rio par­roc­chiale, attiguo alla chiesa, con un rin­fres­co offer­to dagli e dal cir­co­lo Noi Cen­tro Gio­vanile.

Parole chiave: