Dal 27 sino al 30 maggio in vetrina i sapori e il terroir della Valtènesi

62a Fiera del vino di Polpenazze: si inizia

03/06/2011 in Sagre
Di Luca Delpozzo

Tor­na, pun­tuale come da 62 anni a ques­ta parte, l’ap­pun­ta­men­to con la più popo­lare fra le man­i­fes­tazioni enogas­tro­nomiche garde­sane: dal 27 al 30 mag­gio 2011 tor­na infat­ti in sce­na la Fiera del Gar­da Clas­si­co Doc di Polpe­nazze del Gar­da (Bs),    la più anti­ca e conosci­u­ta vet­ri­na del­la pro­duzione vitivini­co­la del­la Valtè­ne­si, nata nel 1947 ed ancor oggi appun­ta­men­to atte­sis­si­mo dal­la popo­lazione non solo garde­sana ma dell’intero nord-Italia. La man­i­fes­tazione tor­na in sce­na con­fer­man­do e raf­forzan­do una for­mu­la di rin­no­va­men­to che negli ulti­mi anni ha por­ta­to gran­di riscon­tri sia in ter­mi­ni qual­i­ta­tivi che di pre­sen­ze. Di par­ti­co­lare rilie­vo l’assegnazione del pre­mio gior­nal­is­ti­co ded­i­ca­to agli oper­a­tori dell’informazione e ai divul­ga­tori del­la cul­tura enoica avente come sim­bo­lo il “tor­col”, ovvero il tor­chio di anti­ca tradizione garde­sana. La quin­ta edi­zione sarà asseg­na­ta quest’anno, nel­la gior­na­ta di lunedì 30 mag­gio, al pro­fes­sor Gior­gio Cal­abrese, medico nutrizion­ista, volto noto ed ama­to dal­la platea tele­vi­si­va per la sua costante pre­sen­za in trasmis­sioni come Por­ta a Por­ta o Uno­mat­ti­na, nonchè pres­i­dente nazionale dell’Onav.  Il pre­mio ver­rà asseg­na­to a coro­n­a­men­to di un talk show denom­i­na­to “Chi ha pau­ra dell’etilometro”, ded­i­ca­to al tema del rap­por­to fra cul­tura enoica, con­sumo respon­s­abile del vino e sicurez­za. Con Cal­abrese si con­fron­ter­an­no, il diret­tore di Italia a Tavola Alber­to Lupi­ni, il coman­dante provin­ciale dei di Bres­cia Mar­co Turchi, il pres­i­dente di Bres­ci­a­torism e Fed­er­al­berghi Lom­bar­dia Pao­lo Rossi ed Alessan­dro Redael­li De Zinis, con­sigliere Gar­da Clas­si­co, pro­dut­tore vitivini­co­lo, ris­tora­tore ed Acca­d­e­mi­co del­la Cuci­na Ital­iana. “Il nos­tro obbi­et­ti­vo è da sem­pre quel­lo di essere fedeli al nos­tro ruo­lo di vet­ri­na autorev­ole del ter­ri­to­rio e delle sue pro­duzioni  – spie­ga il pres­i­dente del­la Fiera,  Giuseppe Tur­ri­na -. E quest’anno, oltre ad annun­cia­re la pre­sen­za di un ospite impor­tante come il pro­fes­sor Cal­abrese, accogliamo con grande entu­si­as­mo anche la novità del­la nuo­va Doc Valtè­ne­si, i cui vini diven­ter­an­no realtà sul mer­ca­to dal 2012 offren­do evi­den­te­mente nuovi impul­si di svilup­po alla zona”. La Fiera è dal 2006 sede uffi­ciale del con­cor­so eno­logi­co nazionale del­la Doc Gar­da Clas­si­co isti­tu­ito dal Min­is­tero per le Politiche Agri­cole, che anche quest’anno asseg­n­erà la qual­i­fi­ca di Vino Eccel­lente ai migliori vini del com­pren­so­rio, dal ai Rossi del­la Valtè­ne­si. I con­suma­tori potran­no degustare i vini delle aziende pre­sen­ti in fiera con sac­ca e bic­chiere, medi­ante l’acquisto di un coupon da 10 euro che darà dirit­to a quat­tro degus­tazioni a scelta. Assag­gi di saran­no disponi­bili lun­go il per­cor­so e non mancherà La Piazzetta del Bio­logi­co, uno spazio ded­i­ca­to ai sem­pre più numerosi pro­dut­tori che han­no scel­to il bio come alter­na­ti­va in una ter­ra dove è già bio­logi­co il 25% del vigne­to iscrit­to all’albo. Nel­la clas­si­ca Corte degli Assag­gi spazio alle degus­tazioni gui­date e com­para­te. Nel pro­gram­ma anche la selezione dei migliori extravergi­ni Gar­da Dop e il con­cor­so ded­i­ca­to al miglior salame del­la Valtè­ne­si, men­tre alla Dis­pen­sa del Gus­to si servirà il tradizionale ed imman­ca­bile spiedo garde­sano.