Il Comune di Sirmione pubblica nuovi bandi per il sostegno economico alle imprese, alle persone ed ai nuclei familiari in difficoltà

800mila euro a sostegno dei sirmionesi”

Di Redazione

L’emergenza Covid purtrop­po non è solo san­i­taria ma anche sociale ed eco­nom­i­ca; per questo il Comune di Sirmione ha deciso di atti­vare nuove forme di sosteg­no a favore dei cit­ta­di­ni e delle imp­rese sirmione­si in difficoltà.

Ques­ta “sec­on­da onda­ta” del­la pan­demia mette infat­ti ancor più a dura pro­va la capac­ità di resisten­za delle attiv­ità eco­nomiche, le risorse delle per­sone e dei nuclei familiari.

Molte e mer­i­to­rie inizia­tive di vario genere sono state messe in atto negli ulti­mi mesi dal Gov­er­no cen­trale e da .

Restano tut­tavia numerose le richi­este di aiu­to e sosteg­no inevase e rac­colte dagli uffi­ci comunali.

Per fron­teggia­re ques­ta nuo­va “emer­gen­za” il Comune si atti­va dunque per met­tere in cam­po una serie di mis­ure a sosteg­no di chi è più in dif­fi­coltà o ha subito riduzioni di red­di­to o fatturato.

«Gra­zie anche all’impegno di tut­ti gli uffi­ci abbi­amo atti­va­to economie nei vari set­tori ed ora siamo in gra­do di pro­muo­vere una serie di ban­di per l’erogazione di con­tribu­ti stra­or­di­nari a fon­do per­du­to» spie­ga il Sin­da­co . «Il ban­do più “cor­poso” è quel­lo riv­olto alle attiv­ità eco­nomiche che nei mesi com­pre­si tra l’ 1 mar­zo ed il 30 set­tem­bre han­no subito una riduzione di fat­tura­to supe­ri­ore al 30% rispet­to allo stes­so peri­o­do dell’anno prece­dente. La som­ma a dis­po­sizione è di 400.000 Euro ed il bonus asseg­na­to potrà vari­are da 700 a 1.500 euro per ogni richiedente».

La fas­cia dei poten­ziali des­ti­natari è molto ampia, sono sta­ti incluse le par­tite iva del set­tore tur­is­mo, del com­mer­cio, dell’artigianato, le imp­rese vitivini­cole oltre ai liberi pro­fes­sion­isti, saloni di bellez­za etc. Inclu­den­do quin­di qua­si 800 par­tite Iva, dalle imp­rese alle micro imprese.

Le richi­este del bonus preve­dono una doc­u­men­tazione molto con­tenu­ta e pos­sono essere pre­sen­tate dal 20 novem­bre al 7 dicem­bre 2020. L’esame delle pratiche sarà imme­di­a­to; l’elenco di quelle ammesse al con­trib­u­to sarà pub­bli­ca­to pri­ma di e le somme ero­gate nei pri­mi giorni dell’anno.

La Giun­ta ha poi mes­so 200.000 Euro a dis­po­sizione delle per­sone e delle famiglie con riduzioni di red­di­to o comunque con fragilità eco­nomiche, anche a causa del Covid.

L’importo sin­go­lo ero­ga­bile come bonus è com­pre­so tra 500 e 900 Euro, le domande con iter sem­pli­fi­ca­to devono essere pre­sen­tate a par­tire dal 20 novem­bre fino alle ore 12 del 3 dicem­bre 2020 (ter­mine even­tual­mente prorogabile).

Per accedere è suf­fi­ciente un ISEE non supe­ri­ore a 26.000 Euro e com­pi­lare l’apposita richi­es­ta. Il con­trib­u­to asseg­na­to ver­rà eroga­to entro la fine dell’anno.

È pre­vis­to un ulte­ri­ore sosteg­no in ambito sociale riv­olto ai gio­vani sirmione­si in età com­pre­sa tra i 15 ed i 25 anni.

Il “bonus tec­nolo­gia gio­vani” con­siste nel rim­bor­so per l’acquisto di mate­ri­ale elet­tron­i­co nec­es­sario a sostenere la didat­ti­ca a dis­tan­za. L’importo del sin­go­lo bonus può vari­are da 400 a 500 Euro.

Le domande devono essere pre­sen­tate a par­tire dal 20 novem­bre fino alle ore 12 del 3 dicem­bre 2020, alle­gan­do copia del­lo scon­tri­no o del­la fat­tura attes­tante la natu­ra e il prez­zo dell’acquisto.

Il “bonus tec­nolo­gia gio­vani” si riv­olge di fat­to agli stu­den­ti iscrit­ti alle scuole supe­ri­ori e all’Università in quan­to il Comune di Sirmione ha con­tem­po­ranea­mente stanzi­a­to altri 16.000 Euro per l’acquisto di 40 PC ris­er­vati ai ragazzi del­la scuo­la pri­maria e sec­on­daria, la cui dis­tribuzione ver­rà effet­tua­ta a cura del­la diri­gen­za sco­las­ti­ca in base alle necessità.

Questi nuovi PC van­no ad aggiunger­si agli 80 devices (PC e Note­book) dis­tribuiti nel­la pri­mav­era scor­sa, in occa­sione del­la pri­ma fase di lock­down, agli alun­ni sirmione­si che non pote­vano con­tare su stru­men­ti per­son­ali per seguire la didat­ti­ca a distanza.

È atti­vo inoltre Pres­so ONELAB di Sirmione Servizi lo sportel­lo dig­i­tale a dis­po­sizione di stu­den­ti, famiglie ed inseg­nan­ti che neces­si­tano di un sup­por­to tec­ni­co gra­tu­ito cir­ca l’utilizzo di pro­gram­mi e piattaforme.

Non da ulti­mo, la set­ti­mana prossi­ma sarà pub­bli­ca­to il ban­do per erog­a­re un bonus ris­er­va­to agli oper­a­tori sirmione­si del mon­do dell’arte, del­la musi­ca, del­lo spet­ta­co­lo e del­lo sport. Una cat­e­go­ria spes­so dimen­ti­ca­ta, a cui ver­rà des­ti­na­to un impor­to com­p­lessi­vo di 20.000 euro.

I nuovi ban­di si aggiun­gono a quel­li già pub­bli­cati ed attual­mente in via di definizione (euro 40.000 per il ban­do ris­er­va­to alle dis­abil­ità ed agli over 65, euro 110.000 per il ban­do a sosteg­no dell’affitto, euro 10.000 per i tick­et sanitari).

Da ril­e­vare inoltre anche le altre inizia­tive pro­mosse dal Comune a favore delle attiv­ità eco­nomiche sirmionesi:

  • esten­sione dell’esenzione Cos­ap a tutte le attiv­ità com­mer­ciali ed arti­gianali (e non solo ai pub­bli­ci eser­cizi, come pre­vis­to dalle mis­ure introdotte dal
  • riduzione gen­er­al­iz­za­ta del 25 % del­la parte vari­abile del­la tar­if­fa Tari a tutte le attività
  • riduzione del 30% appli­ca­ta ai canoni di locazione degli immo­bili comu­nali des­ti­nati ad attiv­ità commerciale
  • riduzione del 25% dei canoni dema­niali rel­a­tivi agli a boe ed ormeg­gi vari

Tutte le infor­mazioni ed i det­tagli rel­a­tivi ai vari ban­di ver­ran­no veico­late sul sito inter­net del Comune e sui vari social.

Ver­ran­no inoltre indi­cati i rifer­i­men­ti a cui riv­ol­ger­si per chiedere chiari­men­ti ed informazioni.