A Brescia la prima agenzia per il trasporto pubblico. L’assessore Sorte “Voi capofila per le altre province”

19/03/2015 in Attualità
Di Luigi Del Pozzo

E’ Bres­cia la pri­ma provin­cia lom­bar­da ad aver cos­ti­tu­ito l’A­gen­zia di baci­no per il trasporto pub­bli­co locale. E a salu­tarne la nasci­ta, ques­ta mat­ti­na, è sta­to l’asses­sore regionale alle Infra­strut­ture e Mobil­ità Alessan­dro Sorte, che ha loda­to la caparbi­età con la quale i sogget­ti inter­es­sati (Comune e Provin­cia anz­i­tut­to) sono rius­ci­ti a far decol­lare un “prog­et­to ambizioso, che ha l’o­bi­et­ti­vo di ren­dere “più effi­ciente il sis­tema del Trasporto pub­bli­co locale, razion­al­iz­zan­done i costi”. Sorte non ha infat­ti nascos­to le dif­fi­coltà legate al momen­to di grande dif­fi­coltà in cui si trovano le Isti­tuzioni, anche a fronte dei tagli imposti dal Gov­er­no con il Dl di Stabilità.

EVITATO AUMENTI DEL 25%

Solo per i trasporti — ha spie­ga­to l’asses­sore — abbi­amo per­so 155 mil­ioni di euro. Abbi­amo fat­to un grande lavoro per evitare il col­las­so del sis­tema. Insieme al pres­i­dente Maroni e all’asses­sore Gar­avaglia siamo rius­ci­ti a reperire dal nos­tro bilan­cio 105 mil­ioni di euro, che han­no scon­giu­ra­to un aumen­to dei bigli­et­ti, che sarebbe potu­to arrivare fino al 25 per cen­to. Fare di ogni neces­sità una virtù è nel dna dei Lombardi”.

GARANTIRE COMUNQUE UN BUON SERVIZIO

Nonos­tante dunque la pochez­za delle risorse, l’asses­sore ha garan­ti­to il mas­si­mo impeg­no del­la Regione per garan­tire “comunque un buon servizio”.
“Questo baci­no — ha det­to — coin­cide con i con­fi­ni geografi­ci. Oggi pen­sare di dare servizi anco­ra più mirati e offer­ti con una cer­ta razion­al­ità è una neces­sità. Devo quin­di dare atto del grande lavoro fin qui svolto e che oggi con­sente a Bres­cia di par­tire con una nuo­va strut­tura dal­la quale ci aspet­ti­amo gran­di risultato”.

METROPOLITANA, INFRASTRUTTURA STUPENDA

Sorte ha poi defini­to “stu­pen­da” la met­ro­pol­i­tana di Bres­cia, un’­opera pub­bli­ca che è “moti­vo di orgoglio per la vos­tra comu­nità”. Ai gior­nal­isti che gli chiede­vano notizie cir­ca risorse aggiun­tive per la stes­sa met­ro­pol­i­tana, Sorte ha spie­ga­to che, pri­ma di pot­er fare un quadro, è nec­es­sario “atten­dere l’e­si­to del con­fron­to del­la Con­feren­za Sta­to-Regioni. In base alle nos­tre pos­si­bil­ità di spe­sa sare­mo in gra­do di capire quali inves­ti­men­ti fare”.

PIANO STRAORDINARIO PER SERVIZIO FERROVIARIO

L’asses­sore Sorte ha poi ricorda­to come sia in atto un “forte inter­ven­to” sui treni tramite quel Piano di emer­gen­za redat­to insieme a Trenord e che, a det­ta dei pen­dolari stes­si, “sta già dan­do qualche risul­ta­to pos­i­ti­vo”. “Per arrivare a un forte rilan­cio del Tpl — ha con­clu­so — bisogna portare entu­si­as­mo. Par­ti­amo da Bres­cia, che, antic­i­pan­do tut­ti nel varo del­l’A­gen­zia, ha dimostra­to non solo di credere nel prog­et­to, ma anche di avere tutte le capac­ità per fare da capofila”.