A Brescia una domenica Bio

Di Luigi Del Pozzo

Cambia location l’ormai tradizionale appuntamento mensile di “Meglio Bio in Piazza”: la manifestazione itinerante organizzata a Brescia dall’associazione di produttori biologici torna in scena domenica 28 aprile nella cornice del Parco dell’Acqua-Ambiente Parco di Largo Torrelunga.

La cul­tura del bio­logi­co tor­na a pren­der pos­ses­so del­la Leones­sa pro­po­nen­dosi per una nuo­va domeni­ca all’insegna dei cibi nat­u­rali e di una filosofia eco­com­pat­i­bile da dec­linare non solo nel piat­to, ma anche in ogni aspet­to del­la nos­tra quo­tid­i­an­ità: questo del resto il filo con­dut­tore del­la nuo­va edi­zione di “Meglio Bio in Piaz­za”, in cal­en­dario a Bres­cia per l’intera gior­na­ta del 28 aprile. La man­i­fes­tazione è idea­ta dall’associazione di pro­dut­tori bio­logi­ci La Buona Ter­ra con il patrocinio dell’assessorato al com­mer­cio del Comune di Bres­cia nell’ambito del prog­et­to Duc (Dis­tret­to Urbano del Com­mer­cio), oltre che con il con­trib­u­to del­la e del FEASR (Fon­do Europeo Agri­co­lo per lo Svilup­po Rurale).

La prin­ci­pale novità del ter­zo appun­ta­men­to del 2013 è il cam­bio di loca­tion: coer­ente­mente con quan­to annun­ci­a­to all’inizio dell’anno, quan­do è sta­to asser­i­to che la man­i­fes­tazione avrebbe avu­to caden­za men­sile toc­can­do varie local­ità del tes­su­to urbano, ques­ta vol­ta l’evento si ter­rà nell’inedita cor­nice del Par­co dell’Acqua-Ambiente Par­co di Largo Tor­rre­lun­ga (ex- isti­tu­to ittio­geni­co).

Qui, dalle 9.30 alle 19, saran­no pre­sen­ti una venti­na di stand di pro­dut­tori agri­coli, che con­sen­ti­ran­no ai con­suma­tori del­la cit­tà di far la spe­sa di tipic­ità rig­orosa­mente cer­tifi­cate bres­ciane e non. Le pro­duzioni tipiche la faran­no da padrone: si potran­no tra le altre cose acquistare le gran­di e spes­so mis­conosciute pro­duzioni casearie del­la Valle Sab­bia, i capri­ni, i for­mag­gi di mal­ga del­la Valle Camon­i­ca, vini ed olio di oli­va extravergine del lago di Gar­da, ortofrut­ta, pas­ta, miele, con­fet­ture e dol­ci. Ci sarà anche una pic­co­la area “non food” ded­i­ca­ta all’artigianato eco-sosteni­bile del ter­ri­to­rio lom­bar­do, con par­ti­co­lare rifer­i­men­to a quei prodot­ti real­iz­za­ti con mate­ri­ali eco­logi­ci e privi di tossic­ità per l’ambiente e per l’uomo (soprat­tut­to prodot­ti in tes­su­to per la casa). Non mancher­an­no le degus­tazioni offerte dai pro­dut­tori, con i quali i vis­i­ta­tori potran­no con­frontar­si anche per appro­fondire la pro­pria conoscen­za delle metodolo­gie bio. Ad arric­chire la gior­na­ta, un lab­o­ra­to­rio didat­ti­co ded­i­ca­to a “Le Api e il Miele”: cura­to dalla’azienda bio­log­i­ca e fat­to­ria didat­ti­ca Cate­na Rossa di Sarez­zo, avrà inizio alle 15.30.

E’ per noi moti­vo di grande sod­dis­fazione pot­er tornare a pro­porre ques­ta inizia­ti­va in una bel­lis­si­ma cor­nice come quel­la del Par­co dell’Acqua a Bres­cia – affer­ma Sil­vano Delai, pres­i­dente de La Buona Ter­ra, organ­is­mo con sede a Sede­na di Lona­to (Bs) che rag­grup­pa oltre 170 pro­dut­tori bio di tut­ta la Lom­bar­dia -. Con la pre­sen­za costante dei pro­dut­tori bio­logi­ci in cit­tà si sta raf­forzan­do il suc­ces­so di un’iniziativa che ha come pri­mario obbi­et­ti­vo quel­lo di sen­si­bi­liz­zare la coscien­za dei con­suma­tori ver­so un nuo­vo stile di con­sumo, più puli­to e rispet­toso dell’ambiente, che il bio­logi­co inter­pre­ta seri­amente e coer­ente­mente da sem­pre ”.