Oggi un convegno sul rilancio, domani possibili visite guidate

A confronto sulla Valle delle Cartiere

Di Luca Delpozzo
s.z.

Oggi, 3 mar­zo, nel­l’au­di­to­ri­um delle scuole medie di Toscolano Mader­no, si ter­rà un con­veg­no ded­i­ca­to alla . Una gior­na­ta di stu­dio e appro­fondi­men­to, orga­niz­za­ta dal­la Soprint­en­den­za ai beni ambi­en­tali e dal Comune, col patrocinio del­la Comu­nità mon­tana Par­co. Ver­ran­no dis­cus­si prog­et­ti di con­ser­vazione e val­oriz­zazione, tra ambi­ente, architet­tura e sto­ria del lavoro. Dopo i salu­ti del sin­da­co Pao­lo Ele­na e del­la Soprint­en­dente Sylvia Righ­i­ni Pon­ti­cel­li (ore 9.30), par­ler­an­no Car­lo Simoni («L’am­bi­ente nat­u­rale del­la valle»), Michele Con­ti («Carat­teri geo­logi­ci: indi­vid­u­azione delle prob­lem­atiche e pre­vi­sioni di inter­ven­to»), Gian­pietro Bro­gi­o­lo («La ricer­ca arche­o­log­i­ca e la let­tura dei luoghi»), Luca Gnali («Ipote­si di riu­ti­liz­zo e politiche di finanzi­a­men­to»), Anto­nio Zavaglia («Ruo­lo del­la Regione per una nuo­va pro­gram­mazione sul ter­ri­to­rio»), un esper­to del Min­is­tero per i Beni e le Attiv­ità cul­tur­ali («Il nos­tro impeg­no per il restau­ro ambi­en­tale del­la valle»), il vicepres­i­dente del­la Provin­cia Ste­fano Saglia («I musei del lavoro») e Pao­lo Nas­ta­sio («Gli inter­ven­ti del­la Comu­nità mon­tana Par­co»). Il pomerig­gio, nel­la sala con­feren­ze del­la cartiera, toc­cherà a Lui­gi Manci­ni, pres­i­dente del­l’A­gen­zia par­co minerario del­l’Al­ta Val Trompia, Pier Pao­lo Pog­gio, diret­tore sci­en­tifi­co del­la Fon­dazione Michelet­ti, Giro­lamo Marchi, ammin­is­tra­tore del­e­ga­to del­la fab­bri­ca, e a Giampao­lo Trec­ca­ni («Per un tutela dei luoghi non cel­e­brati del lago di Gar­da»). Dopo il dibat­ti­to (pre­vis­to, tra l’al­tro, un inter­ven­to del­la Asso­ci­azione «Ceci­na Pro­mo­tion»), chi­ud­erà Alber­to Cav­al­li, pres­i­dente del­la Provin­cia. Domani, domeni­ca, sarà pos­si­bile entrare nel­la valle per effet­tuare . Il munici­pio ha provve­du­to a sis­temare la stra­da, scalzan­do l’im­pre­sa incar­i­ca­ta dal­la Comu­nità mon­tana che, abbas­sato di 40–50 cen­timetri il liv­el­lo del­la mas­s­ic­cia­ta, ave­va smes­so i lavori, a causa delle piogge, sen­za più ripren­der­li, nonos­tante le ripetute sol­lecitazioni. Il sin­da­co, infu­ri­a­to, ha pre­so in mano la situ­azione, ponen­do fine alle lun­gag­gi­ni. In seg­no (evi­dente) di protes­ta, il «deci­sion­ista» Ele­na si è poi dimes­so da capogrup­po del Polo nel­la Comu­nità, pre­siedu­ta dal forzista Bruno Faus­ti­ni. E mer­coledì, in sede di approvazione del bilan­cio pre­ven­ti­vo, i rap­p­re­sen­tan­ti di mag­gio­ran­za di Toscolano Mader­no era­no tut­ti assen­ti. Ricor­diamo infine che, nel­la valle, riman­gono anco­ra da coibentare le tre gal­lerie.