Nel parco divertimenti di Castelnuovo è venuta alla luce la prima delfina in cattività: un evento molto atteso

A Gardaland è nata «Nau»

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Castelnuovo del Garda

Si chia­ma Nau la pri­ma del­fi­na nata in cat­tiv­ità nel Pal­ablù di , il grande del­fi­nario del par­co diver­ti­men­ti di Castel­n­uo­vo. L’an­i­male, figlia di Bet­ty e Robin, nata da un par­to rego­lare e veloce, è subito sali­ta in super­fi­cie a res­pi­rare e ora per­corre la vas­ca in sen­so antio­rario tenen­dosi a sin­is­tra del­la madre — nel­la posizione tipi­ca adot­ta­ta da tut­ti i delfi­ni — per sfruttare le tur­bolen­ze del­l’ac­qua e fare meno fat­i­ca a nuotare. Viene allat­ta­ta rego­lar­mente dal­la madre, che in questo modo la aiu­ta a svilup­pare le difese immu­ni­tarie; insieme alla mam­ma Bet­ty e alla «zia» Squeek nuo­ta nel­la vas­ca prin­ci­pale del Pal­ablu, sep­a­rate dagli altri due maschi pre­sen­ti al del­fi­nario. Dura 12 mesi il peri­o­do del­la ges­tazione per i delfi­ni del­la specie «Tur­siops tri­can­tus», come quel­li pre­sen­ti a Garda­land, il pic­co­lo si ali­men­ta con il lat­te mater­no per un peri­o­do di 4–6 mesi, poi inizia grad­ual­mente lo svez­za­men­to che comunque dura fino ai due anni cir­ca. Suc­ces­si­va­mente l’al­i­men­tazione dei delfi­ni com­prende cala­mari, polpi e sep­pie, cefali, anguille, sar­dine, acci­ughe, sgom­bri, aringhe, sug­herel­li. La pic­co­la del­fi­na, di col­ore gri­gio chiaro, è lun­ga cir­ca un metro e 20; gli ammaes­tra­tori del Pal­ablu han­no sti­ma­to che pos­sa pesare sui 60 chili. Con­tin­uerà ad allat­tar­si dal­la madre fino all’età di un anno. Ora Nau e la madre Bet­ty — un ani­male di cir­ca 20 anni, prove­niente dal­la Flori­da e arriva­ta a Garda­land nel 1997 — sono state las­ci­ate a nuotare da sole, appi­ci­c­cate l’u­na all’al­tra, nel­la vas­ca cen­trale del del­fi­nario. Gli altri delfi­ni, la «zia» Squeek e il pic­co­lo Tei­di, un mas­chio di 6 anni, sono sta­ti spo­sta­ti in vasche sep­a­rate, per non sus­citare la gelosia del­la neo mam­ma. Non ha invece mostra­to par­ti­co­lari entu­si­as­mi al momen­to il padre del­la baby del­fi­na, Robin, che si è lim­i­ta­to a dare una sem­plice «occhi­a­ta» alla figlia. La nasci­ta del pri­mo delfi­no in cat­tiv­ità era molto atte­sa dai respon­s­abili di Garda­land, che recen­te­mente era­no sta­ti attac­cati dura­mente dalle asso­ci­azioni pro­tezion­is­tiche per la morte, negli anni, di due degli ani­mali ospi­tati al Pal­ablu. Deces­si che, però, i ver­ti­ci di Garda­land ave­va con­fer­ma­to essere sta­ti dovu­ti a cause nat­u­rali, ricor­dan­do come i delfi­ni del Par­co siano tut­to­ra ogget­to di stu­dio da parte dei ricer­ca­tori del Cnr. Garda­land è chiu­so per la sos­ta inver­nale, e riaprirà il 23 marzo.

Parole chiave: