A Gargnano salpa il Campionato Nazionale Open Dolphin

04/06/2013 in Manifestazioni, Vela
Di Redazione

Nelle acque del­l’al­to lago di Gar­da si corre il Cam­pi­ona­to Nazionale Open Dol­phin, giun­to alla sec­on­da edi­zione del tri­col­ore uffi­cial­mente riconosci­u­to da Fed­ervela, dal 6 al 9 giug­no.

VelaGargnano

Ques­ta vol­ta toc­ca alla sigla orga­niz­za­ti­va del , il Club sporti­vo del­la del Gar­da, che con­tin­ua così il suo lun­go ed impeg­na­ti­vo cal­en­dario 2013 dopo il Cam­pi­ona­to Ital­iano Open del­la Access Class (le barche per i velisti con ogni tipo di dis­abil­ità in ambito moto­rio) e l’Euro­Mas­ter­Cup del sin­go­lo olimpi­co Laser pro­mosso pres­so la base logis­ti­ca di a Cam­pi­one di Tremo­sine.

Il Cam­pi­ona­to pre­sen­terà la flot­ta ital­iana più alcu­ni stranieri prove­ni­en­ti dai laghi Svizzeri. Giovedì 6 giug­no sono in pro­gram­ma l’ar­ri­vo dei regatan­ti, le iscrzioni, i con­trol­li; da ven­erdì a domeni­ca si cor­rerà nel brac­cio di lago com­pre­so tra Bogli­a­co e Gargnano, pri­mo seg­nale di avvi­so alle 8.30 di ven­erdì. Cam­pi­one in car­i­ca è il team di “Baraim­bo 2” degli arma­tori Imper­adori e Razzi del­la Fraglia di Desen­zano.

VelaDisabili

 

Il Dol­phin 81 por­ta la fir­ma di Ettore Santarel­li, l’architetto e costrut­tore di orig­i­ni romag­nole, ma che sul Gar­da ha trova­to casa e cantiere. Le linee d’ac­qua sono state stu­di­ate per rag­giun­gere il mas­si­mo del­la veloc­ità in rega­ta, il tut­to gra­zie alla notev­ole lunghez­za al gal­leg­gia­men­to (7,30 metri), per­for­mante nelle anda­ture strette al ven­to. Maneggev­ole e sen­si­bile al tim­o­ne è come una deri­va. Il piano veli­co prevede due spin­naker, uno a 7/8 di 42 mq ed uno in tes­ta d’al­bero di 70 mq. Lo scafo del Dol­phin 81 One Design è costru­ito in vetroresina, con rin­forzi lon­gi­tu­di­nali e trasver­sali all’in­ter­no. La cop­er­ta è cos­ti­tui­ta da un sand­wich di vetroresina con ani­ma in Pvc.