Una piazza moderna per il rione «Grezze»

A giorni partono i lavori

Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

A vent’anni esat­ti dal­la costruzione del­la chiesa di Sant’Angela Meri­ci, nel cuore del quartiere delle Grezze di Desen­zano, nasce una vera piaz­za. L’obiettivo è dare un aspet­to mod­er­no allo spi­az­zo di for­ma cir­co­lare con un paio di alberel­li. Il pri­mo colpo di rus­pa ver­rà dato subito dopo Pasqua. E sta­vol­ta si fa sul serio per­ché gli abi­tan­ti delle Grezze di promesse mai man­tenute in questi vent’anni ne han­no sen­tite trop­po spes­so. Piaz­za Aldo Moro ver­rà rimodel­la­ta e abbel­li­ta nel giro di un paio di mesi e per l’estate dovrebbe essere pronta per essere godu­ta dai numerosi abi­tan­ti. Il prog­et­to mes­so a pun­to dagli uffi­ci comu­nali dell’assessore Rodol­fo Bertoni è sta­to con­di­vi­so dalle varie par­ti inter­es­sate: res­i­den­ti, dio­ce­si e com­mer­cianti. Ci sono sta­ti parec­chi incon­tri: due speci­fi­ci con la popo­lazione, uno di pre­sen­tazione del piano delle opere pub­bliche, alcu­ni con il par­ro­co, un altro con i condòmi­ni del­lo sta­bile più diret­ta­mente inter­es­sato, che ha approva­to il prog­et­to all’unanimità. Si è giun­ti a un prog­et­to che risponde a tutte le diverse esi­gen­ze. L’area del­la nuo­va piaz­za Moro sarà divisa in tre zone: il sagra­to a rispet­to del­la chiesa, un gia­rdi­no attrez­za­to des­ti­na­to ai bam­bi­ni e dei cit­ta­di­ni del quartiere ed un parcheg­gio ad uso dei negozi. Sul sagra­to ver­ran­no val­oriz­za­ti alcu­ni per­cor­si. Quel­lo in asse all’ingresso del­la chiesa ver­rà illu­mi­na­to con luci par­ti­co­lari, le pan­chine in pietra avran­no una fun­zione di favorire l’incontro e la social­iz­zazione (che man­ca nel quartiere), men­tre l’accesso dei veicoli sul sagra­to sarà lim­i­ta­to solo a par­ti­co­lari fun­zioni reli­giose. La parte del­la piaz­za che dà su via Mon­te­suel­lo sarà defini­ta da una zona verde piantu­ma­ta «a mac­chia» e, ver­so il gia­rdi­no, da un per­cor­so pedonale che si col­legherà alla strad­i­na grad­i­na­ta che scende ver­so via Vic­i­na. Gli alberi piantati in doppia fila all’interno del gia­rdi­no avran­no la fun­zione di “oscu­rare” il parcheg­gio. Nonos­tante la creazione del pic­co­lo par­co verde, i posti auto non diminuiran­no di molto rispet­to a quel­li attuale: saran­no 43. L’appalto dei lavori è sta­to aggiu­di­ca­to alla Eurostrade di Travaglia­to, l’importo è di 240 mila euro. Intan­to, nei giorni scor­si è sta­to aper­to il cantiere di via Bagat­ta, nel trat­to che va da piaz­za Mat­teot­ti al ris­torante «La lep­re». Ver­ran­no intera­mente rifat­ti i sot­toservizi (acque­dot­to e reti elet­triche), con sep­a­razione delle reti fog­nar­ie. Con l’occasione ver­ran­no tolti i can­cel­li girevoli posti in cor­rispon­den­za del volto «Con­tra­da dei bò». La pavi­men­tazione pre­gia­ta in por­fi­do ver­rà arric­chi­ta da inser­ti di ciot­toli. Il cos­to si aggi­ra sui 135 mila euro. Infine, ver­rà allarga­ta la stra­da comu­nale tra S. Pietro e Vac­caro­lo: 2,5km. ver­ran­no por­tati da 5 a 7 metri di larghez­za per un impeg­no di spe­sa di 800 mila euro.