A Lazise si rubano anche i ficus

14/01/2019 in Attualità
A Lazise
Iscriviti al nostro canale
Di Sergio Bazerla

Asportate sei piantine di ficus, not­tetem­po, dal­la grossa fior­i­era in pietra col­lo­ca­ta a metà via Albarel­lo, poco dis­tante dal­la pom­pa d’ac­qua pub­bli­ca e nel­la zona del­l’edi­co­la dei gior­nali. E la pro­pri­etaria, una non­na, se la prende con gli ignoti che han­no com­pi­u­to il brut­to gesto ed appone pronta­mente un cartel­lo in cui avvisa che se ci sarà un altro fur­to avvis­erà imme­di­ata­mente i vig­ili urbani. A suo dire il “fur­bo” è sta­to ripreso dalle tele­camere e quin­di si sa chi è e non gli con­viene per­se­ver­are. E con­clude il suo scrit­to con: Evvi­va il sen­so di civiltà!

Il fat­to è accadu­to nei giorni scor­si e la sig­no­ra non lo ha pro­prio manda­to giù.

Del resto, il suo spir­i­to vitale, la sua arcino­ta aplomb tedesca non pote­va non apparire anche nel­lo scrit­to ver­ga­to sul cartel­lo appos­to in bel­la evi­den­za sul­la fior­i­era.

Sabine Guer­ra è molto decisa nelle sue cose. Non lo hai fat­to venire meno. E’ la non­na del­la cam­pi­ones­sa mon­di­ale di can­ot­tag­gio Clara Guer­ra. Quin­di il buon sangue non mente.

Duri e decisi fino alla fine.

Ovvi­a­mente con il plau­so dei res­i­den­ti e con l’assen­so anche dei pochi tur­isti infred­doliti che stan­no anco­ra goden­dosi alcu­ni scam­poli di vacanze natal­izie a Lazise.

Commenti

commenti