A Lonato del Garda più sicurezza, con la partecipazione di tutti

19/11/2015 in Attualità
Di Redazione

La sicurez­za è sta­ta nuo­va­mente al cen­tro di un incon­tro tenu­tosi lo scor­so mart­edì 17 novem­bre tra il sin­da­co , l’assessore alla Sicurez­za Rober­to Vanaria, il Coman­dante del­la Patrizio Tosoni e i rap­p­re­sen­tan­ti delle altre forze dell’ordine pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio. In segui­to alla petizione pre­sen­ta­ta nei giorni scor­si al sin­da­co e all’assessore Vanaria sull’“emergenza sicurez­za” a Lona­to del Gar­da, gli ammin­is­tra­tori comu­nali han­no volu­to raf­forzare il coor­di­na­men­to tra tut­ti gli inter­ven­ti di vig­i­lan­za e con­trol­lo del ter­ri­to­rio, in fun­zione anche di prossime iniziative.

Le novità che ver­ran­no, affer­ma il sin­da­co Rober­to Tar­dani, «servi­ran­no a garan­tire una mag­giore seren­ità ai nos­tri concit­ta­di­ni, uti­liz­zan­do al meglio gli stru­men­ti che andremo ad instal­lare sul ter­ri­to­rio e che si inte­gr­eran­no con quel­li già esisten­ti. In par­ti­co­lare, una venti­na di tele­camere fisse si aggiunger­an­no a quelle mobili per aumentare i con­trol­li ad auto e mezzi in cir­co­lazione, con­sen­ten­do in tem­po reale la let­tura delle targhe, il con­trol­lo degli acces­si nel comune e la seg­nalazione di even­tu­ali veicoli rubati».

Dal 1° gen­naio 2015, nell’ambito del servizio inter­co­mu­nale, anche gra­zie alle tre tele­camere mobili istal­late sui mezzi del­la Polizia locale, è sta­to pos­si­bile effet­tuare: con­trol­li a 2870 veicoli su stra­da, 456 accer­ta­men­ti e pratiche di Polizia giudiziaria, numerose per­sone sono state fer­mate per­ché sospette, di cui 83 denun­ci­ate a piede libero e 7 arrestate per vari reati (fur­to, scip­po, spac­cio di sostanze stu­pe­facen­ti, ecc.).

L’altra novità già antic­i­pa­ta dall’assessore Rober­to Vanaria nelle scorse set­ti­mane è il “cor­so per la dife­sa abi­ta­ti­va”, che, con­sid­er­a­ta la dichiara­ta “emer­gen­za sicurez­za”, l’amministrazione comu­nale ha ritenu­to di antic­i­pare al prossi­mo 25 novem­bre. «Con l’aiuto di esper­ti – spie­ga Vanaria – vogliamo fornire ai cit­ta­di­ni un vade­me­cum di come essere sicuri in casa pro­pria e difend­er­si da vio­lazioni e fur­ti, come ottenere una mag­giore sicurez­za per­son­ale all’interno del­la pro­pria dimo­ra, per sé e per i pro­pri cari».

Il cor­so si arti­co­la in quat­tro ser­ate, durante le quali ver­ran­no trat­tari altret­tan­ti temi: le difese pas­sive ambi­en­tali, la dife­sa legit­ti­ma in casa, le tat­tiche e le strate­gie applic­a­bili alla dife­sa abi­ta­ti­va, il fur­to e gli estranei in casa. Gli incon­tri saran­no con­dot­ti da esper­ti di sicurez­za abi­ta­ti­va e per­son­ale del­la Polizia locale, nel­la Sala “A.Celesti” al pri­mo piano del munici­pio in piaz­za Mar­tiri del­la lib­ertà, con inizio alle 20.30. Le date sono: 25 novem­bre, 2, 9 e 16 dicem­bre. L’ingresso è libero.

Nel frat­tem­po, il coman­dante Patrizio Tosoni invi­ta i cit­ta­di­ni alla “sicurez­za parte­ci­pa­ta”: «È impor­tante seg­nalare sem­pre ogni situ­azione par­ti­co­lare, per­sone o veicoli sospet­ti, a e Polizia locale, organi pre­sen­ti sul ter­ri­to­rio. Invi­ti­amo a non lim­i­tar­si a pub­bli­care, come spes­so accade, seg­nalazioni sui social net­work tipo Face­book. Ogni seg­nalazione rice­vu­ta dal coman­do può così essere ver­i­fi­ca­ta dal­la pri­ma pat­tuglia in cir­co­lazione. Meglio rice­vere una seg­nalazione in più che una in meno».