Il prefetto di Brescia, Alberto De Muro, ha convocato per domenica 16 aprile, in concomitanza con il voto regionale, i comizi elettorali per il rinnovo dei Consigli comunali e per l’elezione diretta dei sindaci dei Comuni di Roncadelle, Lonato e Magas

A Lonato si vota

15/02/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Facen­do rifer­i­men­to al decre­to del min­istro dell’Interno del 27 gen­naio Enzo Bian­co, il prefet­to di Bres­cia, Alber­to De Muro, ha con­vo­ca­to per domeni­ca 16 aprile, in con­comi­tan­za con il voto regionale, i comizi elet­torali per il rin­no­vo dei Con­sigli comu­nali e per l’elezione diret­ta dei sin­daci dei Comu­ni di Ron­cadelle, Lona­to e Mag­a­sa: tre, dunque, su un totale di 206 Comu­ni bres­ciani. I cit­ta­di­ni dei tre pae­si sono chia­mati alle urne per motivi com­ple­ta­mente diver­si. Solo per Ron­cadelle, infat­ti, si trat­ta di sca­den­za nat­u­rale di Con­siglio comu­nale e sin­da­co, che era­no sta­ti elet­ti il 9 giug­no 1996. «Nat­u­rale» per modo di dire, per­ché la data è comunque sfasa­ta rispet­to alla mag­gio­ran­za degli altri Comu­ni: infat­ti gli elet­tori ron­cadelle­si in ben due occa­sioni (1973 e 1991) era­no sta­ti chia­mati alle urne pri­ma del tem­po per lo sciogli­men­to antic­i­pa­to del Con­siglio comu­nale. I con­siglieri da eleg­gere a Ron­cadelle sono 16, poichè gli abi­tan­ti super­a­no i 5 mila abi­tan­ti. Gli elet­tori di Lona­to sono chia­mati antic­i­pata­mente al voto, poiché l’1 dicem­bre scor­so il pres­i­dente del­la Repub­bli­ca Ciampi, con pro­prio decre­to, ave­va sci­olto il Con­siglio comu­nale, a causa delle dimis­sioni pre­sen­tate con­tes­tual­mente da 11 con­siglieri, in segui­to alle ben note vicende dell’inceneritore. Per questo si era poi provve­du­to a nom­inare un Com­mis­sario stra­or­di­nario per la provvi­so­ria ges­tione dell’ente fino all’insediamento degli organi ordi­nari. A Lona­to, Comune che supera i 10 mila abi­tan­ti, si dovran­no eleg­gere 20 con­siglieri. Gli elet­tori del pic­co­lo Comune di Mag­a­sa, in Valsab­bia, sono infine inter­es­sati a ques­ta tor­na­ta ammin­is­tra­ti­va stra­or­di­nar­ia, poichè l’elezione del 13 giug­no 1999 è risul­ta­ta nul­la, in quan­to non si era potu­to pro­cedere alla procla­mazione degli elet­ti (sin­da­co e con­siglieri), poichè per le stesse con­sul­tazioni era sta­ta pre­sen­ta­ta una sola lista di can­di­dati e non si era rag­giun­to il quo­rum dei votan­ti: metà più uno degli aven­ti dirit­to. Per questo si era pro­ce­du­to a nom­inare com­mis­sario prefet­tizio la dott. Zaira Romano, incar­i­ca­ta di gestire tem­po­ranea­mente il Comune. A Mag­a­sa ver­ran­no elet­ti 12 con­siglieri Per tut­ti e tre i Comu­ni, sola­mente se i pri­mi due can­di­dati alla car­i­ca di sin­da­co otter­ra­no lo stes­so numero di voti (una prob­a­bil­ità, a dire il vero, molto remo­ta), il turno dell’eventuale bal­lot­tag­gio è fis­sato per domeni­ca 30 aprile. In tut­ti e tre i pae­si ver­rà dato avvi­so agli elet­tori del­la con­vo­cazione dei comizi elet­torali con un man­i­festo da pub­bli­care giovedì 2 marzo.