Finalmente dopo progetti prima approvati, poi annullati e ancora rifatti, è partito il restauro della Chiesa Parrocchiale di Pozzolengo dedicata a San Lorenzo Martire

A nuovo il tetto della Chiesa

06/01/2004 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Silvio Stefanoni

Final­mente dopo prog­et­ti pri­ma approvati, poi annul­lati e anco­ra rifat­ti, è par­ti­to il restau­ro del­la Chiesa Par­roc­chiale di Poz­zolen­go ded­i­ca­ta a San Loren­zo Mar­tire. Per pri­ma cosa ver­rà rifat­to il tet­to ormai in pieno degra­do dopo la trom­ba d’aria che ha col­pi­to il paese nel set­tem­bre del 2000 cau­san­do dan­ni gravis­si­mi. In segui­to si sis­te­merà la facciata.La Chiesa Par­roc­chiale di Poz­zolen­go è una delle più belle del cir­con­dario, a for­ma di croce, con una grande cupola,ha molto del­la Basil­i­ca. La pri­ma parte risale al 1500 e sos­ti­tuì quel­lain castel­lo ded­i­ca­ta a San­ta Maria Mag­giore e del­la quale è rimas­to pres­so che intat­to l ‘ Apside. La sec­on­da parte, appun­to le due brac­cia che le han­no dato la for­ma di croce, risale al 1740. Tra le tante opere d’arte che si pos­sono ammi­rare al suo inter­no sono: un Organo Anteg­nati del 1600 che con­s­ta di ben 1150 canne tra in ottone e in leg­no; organo che fu restau­ra­to una pri­ma vol­ta nel 1880 dal­la Dit­ta Zan­fret­ta di Verona e quan­do fu col­lauda­to ne fu dato annun­cio sul Gior­nale l ‘ Are­na . Subito all’ingresso sul­la sin­is­tra la Cap­pel­la del Bat­tis­tero risalente al 1600 con due belle fig­ure in rilie­vo di ges­so: il bat­tes­i­mo di Gesù nel fiume Gior­dano da parte di Gio­van­ni Bat­tista. E anco­ra sul­la sin­is­tra una Cap­pel­la del­la Famiglia Midani-Castagna una delle più antiche del paese e nel­la cap­pel­la un grande dip­in­to 370 X 200 che raf­figu­ra il Com­pianto su Cristo opera del pit­tore veneziano Andrea Celesti, 1696. Questo pit­tore era sta­to ban­di­to da Venezia per aver dip­in­to il Doge con le orec­chie. Arrivò in esilio a Gargnano sul dove era Par­ro­co un sac­er­dote del­la famiglia Midani-Castagna che gli ordi­no il quadro sopra cita­to. Subito all’entrata sul­la destra una acquas­antiera in pietra su basa­men­to con­i­co che reca la scrit­ta “ Feci fieri Comu­ni de Poce­len­go 1483. L’acquasantiera è sta­ta ritrova­ta nel­la dis­trut­ta Chiesa in Castel­lo. Dietro all’Altare Mag­giore una grande tela del Brusasor­ci che raf­figu­ra il mar­tirio di San Loren­zo arros­ti­to sul­la grati­co­la. Nel brac­cio destro di chi entra, un altare con sopra una nic­chia dove a grandez­za nat­u­rale c’è la stat­ua del­la vergine sedu­ta con il pic­co­lo Gesù in brac­cio Ci sono altre tele di artisti minori e nel­la Sacres­tia preziosi para­men­ti sac­ri di ines­tima­bile valore.

Parole chiave: