Per completare il lungolago 870mila euro. La pista ciclabile va ad affiancare il percorso della salute

A Pasqua tutti in bicicletta dal centro fino a Fornaci

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

Sarà uti­liz­z­abile già all’apertura del­la prossi­ma sta­gione tur­is­ti­ca la pista attual­mente in costruzione a Peschiera, sul­la statale 11, nel trat­to tra il capolu­o­go e la local­ità For­naci di San Benedet­to. «Abbi­amo cer­ca­to di fare in modo che la nuo­va cicla­bile fos­se fruibile già per i pri­mi tur­isti che arriver­an­no, come d’abitudine e come tut­ti ci auguri­amo, con la prossi­ma Pasqua», spie­ga il sin­da­co Bruno Dal­la Pel­le­g­ri­na; «e così sarà, anche se i lavori saran­no ulti­mati più avan­ti». «Il prog­et­to è sta­to pre­dis­pos­to e segui­to dal nos­tro uffi­cio tec­ni­co: il cos­to com­p­lessi­vo», pros­egue il sin­da­co, «è di cir­ca 870 mila euro, un mil­iar­do e 700 mil­ioni delle vec­chie lire, ed è sta­to finanzi­a­to al 50 per cen­to dal­la Regione e per il restante dal Comune attra­ver­so un mutuo». Dopo la passeg­gia­ta lago — da qualche anno meta priv­i­le­gia­ta sia dai cit­ta­di­ni che dai tur­isti che uti­liz­zano anche il per­cor­so del­la salute che vi è sta­to posizion­a­to — la nuo­va opera fornirà a tut­ti i fre­quen­ta­tori di Peschiera un’ulteriore via di comu­ni­cazione tra il cen­tro stori­co e San Benedet­to. «Ci ren­di­amo con­to che i lavori causer­an­no qualche dis­a­gio a chi deve tran­sitare nei trat­ti inter­es­sati dal cantiere, ma siamo anco­ra più con­vin­ti che, così come è avvenu­to con la passeg­gia­ta a lago, anche ques­ta alter­na­ti­va sarà par­ti­co­lar­mente apprez­za­ta e gra­di­ta a tut­ti», con­clude il sin­da­co, «offren­do un’ulteriore alter­na­ti­va a chi non ama ritrovar­si chiu­so, soprat­tut­to d’estate, nei soli­ti ingorghi stradali».

Parole chiave: