La squadra Ana del Basso lago ed entroterra della protezione civile ha festeggiato, nella ex Palleria austriaca ora sede della locale sezione alpini, l’arrivo delle nuove divise

A Peschiera protezione civile con divise e faro nuovi

Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Giuditta Bolognesi

La squadra Ana del Bas­so lago ed entroter­ra del­la ha fes­teggia­to, nel­la ex Pal­le­ria aus­tri­a­ca ora sede del­la locale sezione , l’arrivo delle nuove divise e di una torre faro dono del Comune e dell’associazione San Mar­ti­no in Colle di Lazise. «Le divise sono quelle a nor­ma volute dal­la Regione», ha det­to il capogrup­po Enri­co Fasoli, «e sono uguali per tut­ti i volon­tari veneti dei nos­tri grup­pi in modo che ogni cit­tadi­no pos­sa imme­di­ata­mente riconoscer­ci». «La torre faro, invece, alta otto metri e mez­zo, ci per­me­t­terà di fron­teggia­re le emer­gen­ze not­turne oltre che di provvedere all’illuminazione nei campi o ten­dopoli allesti­ti nei casi di neces­sità». Il fes­teggia­men­to per le nuove dotazioni ha for­ni­to anche l’occasione per fare il bilan­cio del quar­to anno con­sec­u­ti­vo dell’operazione Spi­agge sicure, attua­ta con la croce verde e il nucleo som­moz­za­tori del­la pro­tezione civile Ana. «Abbi­amo effet­tua­to in tut­to 400 ore di pre­sen­za sulle spi­agge e, ormai, dopo quat­tro anni ci siamo resi con­to che la gente si aspet­ta di trovar­ci e ci vede come un pun­to di rifer­i­men­to per ogni prob­lem­at­i­ca; cosa che ci fa molto piacere». Sono 28 i com­po­nen­ti del­la squadra di Fasoli, di cui quat­tro han­no recen­te­mente con­se­gui­to il brevet­to per gli incen­di boschivi; il grup­po ha inoltre a dis­po­sizione cani adde­strati per il sal­va­men­to in acqua. «Per tut­to quel­lo che siamo rius­ci­ti a fare sino­ra devo ringraziare alcune per­sone, come l’ex asses­sore alla pro­tezione civile di Peschiera Gian­lu­ca Fio­rio, che ci ha sem­pre sup­por­t­a­to. Quel­lo che, invece, anco­ra man­ca», sot­to­lin­ea Fasoli, «è un mag­gior coin­vol­gi­men­to di campeg­gi e alberghi pro­prio a Peschiera che, pure, pos­sono con­tare sul­la nos­tra pre­sen­za e disponi­bil­ità ad inter­venire. Spe­ri­amo che il nuo­vo anno por­ti in questo sen­so buone novità».

Parole chiave: -