Approda questa sera alle 18 a San Vigilio, in ritardo rispetto al nome che porta, il festival di danza e musica «Se una sera in settembre sul lago di Garda».

A punta San Vigilio tre serate con danza e musica

03/10/2003 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
a.j.

Appro­da ques­ta sera alle 18 a San Vig­ilio, in ritar­do rispet­to al nome che por­ta, il fes­ti­val di dan­za e musi­ca «Se una sera in set­tem­bre sul ». L’appuntamento è alla Locan­da San Vig­ilio dei con­ti Guar­i­en­ti di Bren­zone, con una par­ti­co­lare per­for­mance inti­to­la­ta Dan­za al tra­mon­to . Sulle musiche di Mar­co Remon­di­ni, la core­ografa Lau­ra Cor­ra­di ha prepara­to duet­ti e assoli che si ter­ran­no pro­prio nell’ora del tra­mon­to, sia ques­ta sera che domani e domeni­ca alla stes­sa ora. Orga­niz­za­to a cura dell’assessorato alla cul­tura del­la Provin­cia di Verona in col­lab­o­razione con i Comu­ni di Gar­da e di Mal­ce­sine, il fes­ti­val è sta­to inau­gu­ra­to nei giorni scor­si nel­la stu­pen­da sala del Palaz­zo dei Cap­i­tani di Mal­ce­sine. Si è trat­ta­to di un affasci­nante con­nu­bio tra musi­ca e let­ture con il mez­zoso­pra­no Lau­ra Zam­bel­li che ha inter­pre­ta­to lieder di Giu­liani, Sor e Brit­ten dimostran­do anco­ra una vol­ta una mar­ca­ta capac­ità e pre­dis­po­sizione per questo reper­to­rio. A duettare con la can­tante il chi­tar­rista Gian­lui­gi Mut­ti, che ha regala­to al pub­bli­co anche due opere per sola chi­tar­ra di Bar­ros e Durante. L’attrice Gio­van­na Scar­doni, sceglien­do brani da opere di Goethe, Metas­ta­sio, Elliot, Gar­cia Lor­ca, e Bar­ret Brown­ing, ha val­oriz­za­to il pro­gram­ma con par­ti­co­lare ele­gan­za e capac­ità inter­pre­ta­ti­va. In cer­ti momen­ti i testi crea­vano il cli­ma per l’ascolto musi­cale, altre volte era pro­prio la musi­ca a dare il gius­to svilup­po a quan­to veni­va let­to, come per la Brown­ing e Neruda.

Parole chiave: