La consegna avverrà come di consueto il 4 novembre, giorno di San Carlo e festa patronale. Assegnato al fondatore dei Volontari del Garda l’ambito premio

A Rodella il Gasparo 2005

20/10/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Sergio Zanca

Il «Gas­paro da Salò 2005» andrà a Gian­fran­co Rodel­la, coman­dante dei , che han­no costru­ito la nuo­va sede a Cunet­tone, e dis­tac­ca­men­ti in Valvesti­no, a Gargnano e Sirmione-Desen­zano. Ques­ta la deci­sione del sin­da­co di Salò Giampi­etro Cipani, del vice Gualtiero Comi­ni e degli asses­sori. La con­seg­na del­la stat­uet­ta, ded­i­ca­ta all’in­ven­tore del vio­li­no, ver­rà effet­tua­ta ven­erdì 4 novem­bre, in occa­sione del­la fes­ta del patrono, S.Carlo. Il pre­mio equiv­ale all’Ambrogino d’oro, asseg­na­to a , e alcu­ni lo chia­mano il… Sancarlino.Rodella è del ’51. Cav­a­liere uffi­ciale, tito­lare di un’impresa di fiori e una di pompe fune­bri, ha cre­ato il grup­po nell’84, diven­ta­to ente morale nell’87, con decre­to del Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca. L’obiettivo è di prestare gra­tuita­mente opera di soc­cor­so in caso di inci­den­ti, scom­parsa di per­sone, annega­men­ti, calamità nat­u­rali o cat­a­strofi, con l’impiego di servizi ed attrez­za­ture tec­ni­ca­mente qual­ifi­cate. I Volon­tari, gemel­lati con gli olan­desi di Baarn, a 40 Klm. da Ams­ter­dam, sono sta­ti in Piemonte, Ver­sil­ia, a Sarno, provin­cia di Napoli, in Val d’Aosta, ecc., dopo le allu­vioni, nel cre­monese, in occa­sione del­lo strari­pa­men­to del Po, in Umbria per il ter­re­mo­to, in Koso­vo per la spedi­zione uman­i­taria. Dispon­gono di numerose ambu­lanze, di unità mobili di rian­i­mazione, con defib­ril­la­tore, car­dio-mono­tor, impianto di col­lega­men­to satel­litare, sen­za dimen­ti­care le auto­bot­ti per speg­nere incen­di o dare una mano in caso di sic­c­ità, rifor­nen­do gli acque­dot­ti comu­nali. C’è poi il servizio di assis­ten­za e tele­soc­cor­so, 24 ore su 24, a favore di anziani, soli in casa: quan­do un utente si sente poco bene, schi­ac­cian­do un pul­sante atti­va la richi­es­ta d’allarme.Rodella ha già rice­vu­to diplo­mi e riconosci­men­ti dalle Regioni Friuli e Lom­bar­dia, dai Comu­ni di Piovera, Alessan­dria e Mot­ta Baluffi, dal­la , dall’Unione nazionale cav­a­lieri d’Italia. In pas­sato il pre­mio «Gas­paro da Salò» è sta­to con­seg­na­to a Vit­to­rio Pir­lo (ex far­ma­cista, ex sin­da­co, ex pres­i­dente dell’Azienda di sog­giorno, dell’Ateneo, del­la Can­ot­tieri, del Panathlon, giu­dice alle Olimpia­di di Roma, orga­niz­za­tore dei mon­di­ali di ciclis­mo), a Francesco Dol­fo (ha lega­to il suo nome all’Istituto sco­las­ti­co Sant’Orsola, rimas­to aper­to fino al ’95), a Tul­lio Fof­fa e alla moglie Maria Tere­sa Cru­ciani (han­no tenu­to dal ’51 l’osser­va­to­rio mete­o­ro­logi­co e la stazione sis­mi­ca, rac­coglien­do con cer­tosi­na pazien­za i dati climatici).Nel 2001 toc­cò ad Ange­lo Gas­parot­ti (il medico che, dopo avere lavo­ra­to in ospedale fino al ’92, ha cre­ato il grup­po di volon­tari­a­to «Sol­i­da­ri­età salo­di­ana», che opera soprat­tut­to all’interno del­la casa di riposo); nel 2003 a suor Vin­cen­za Assun­ta Cor­ti (dirige l’Is­ti­tu­to del­la Croce Rossa Ital­iana, in viale Lan­di, che accoglie bam­bi­ni di tut­to il mon­do, spes­so costret­ti a fug­gire da situ­azioni ter­ri­bili, come la guer­ra, la fame, la soli­tu­dine, alcu­ni privi di famiglia e altri con la mam­ma, in atte­sa di un ricon­giung­i­men­to affida­to alla buro­crazia e alla buona sorte); nel 2003 a mon­sign­or Pao­lo Zanet­ti, dal ’72 al ’92 par­ro­co del Duo­mo (ha avu­to il grosso mer­i­to di dare il via ai lavori di sis­temazione del­lo splen­di­do edi­fi­cio); l’anno scor­so ad Aldo Caf­fi, pres­i­dente ono­rario del­la squadra di cal­cio che dis­pu­ta il cam­pi­ona­to di serie D.

Parole chiave: -