Da lunedì in paese 60 artisti da tutta Italia per la settima edizione della manifestazione. Le opere saranno poi esposte nei Comuni che aderiscono all’iniziativa

A simposio gli scultori del marmo

25/09/2004 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Annamaria Schiano

Cavaion, da luned’ prossi­mo al 10 otto­bre, sarà teatro del set­ti­mo Sim­po­sio del mar­mo. Scul­ture in mar­mo, saran­no esposte nel tradizionale piaz­za­le di via Poz­zo dell’amore. Gli scul­turi che esporran­no sono Lara Mez­za­pelle, Flavia Roba­lo, Veron­i­ca Fon­zo, Kang Seok-Won, Adeli­no Rossi e Goz­zani. L’iniziativa cul­tur­ale è patro­ci­na­ta dal comune di Cavaion e dal­la Provin­cia di Verona. Ideatore ed orga­niz­za­tore del Sim­po­sio del mar­mo, è l’imprenditore di set­tore e vice sin­da­co nel­la scor­sa ammin­is­trazione di Cavaion, Adri­ano Segat­ti­ni, che rac­con­ta come è nata l’idea e per­chè. «Come impren­di­tore del mar­mo, ho volu­to dare un’immagine nuo­va a Cavaion. In pochi san­no che il nos­tro comune è il pri­mo del­la provin­cia nel com­par­to del mar­mo nel rap­por­to azien­da-fat­tura­to. Giran­do ho vis­to che molti pae­si in tut­ta Italia, han­no il sim­po­sio del mar­mo pur essendo pro­dut­tori molto minori. Il dis­tret­to di Verona che è tra i più impor­tan­ti non ave­va il suo sim­po­sio, per­tan­to sette anni fà è par­ti­ta l’iniziativa con l’obiettivo di dare al com­par­to una nuo­va immag­ine, non più solo com­mer­ciale ma anche artis­ti­co-cul­tur­ale». Gian­car­lo Sabai­ni, ora vicesin­da­co e sin­da­co nelle scorse edi­zioni del Sim­po­sio, spie­ga che la man­i­fes­tazione è sta­ta sostenu­ta dal Comune di Cavaion «per la val­oriz­zazione del com­par­to del mar­mo, un’ambiente conosci­u­to come polveroso ed asso­ci­a­to a dan­no ambi­en­tale. Il mar­mo invece è anche ed arte e la sua lavo­razione, all’interno delle aziende negli ulti­mi decen­ni è miglio­ra­ta molto. La lavo­razione del mar­mo un tem­po, trasfor­ma­va l’Adige in un fiume bian­co, ora con la costruzione dei depu­ra­tori, l’acqua esce limp­i­da. Il mar­mo è il prin­ci­pale fat­tore del­l’e­cono­mia pro­dut­ti­va del nos­tro paese, ed il sim­po­sio è un omag­gio che abbi­amo volu­to ren­dere a questo impor­tante mate­ri­ale». Quest’anno, il set­ti­mo sim­po­sio è sta­to pub­bli­ciz­za­to con l’invio di almeno 500 let­tere di richi­es­ta di ade­sione al con­cor­so, ad Accad­e­mie d’arte ed a scul­tori di tut­to il mon­do: 60 artisti han­no rispos­to all’invito man­dan­do un bozzet­to ed una giuria ha indi­vid­u­a­to nel giug­no scor­so i sei lavori giu­di­cati migliori. Il sim­po­sio, gli altri anni si è sem­pre svolto in luglio, quest’anno a causa del rin­no­vo dell’amministrazione in cor­so in quel peri­o­do, è slit­ta­to a fine set­tem­bre. Il 10 otto­bre, alle ore 11, in sala civi­ca a Corte Tor­co­lo, si svol­gerà la cer­i­mo­nia di pre­mi­azione dei sei artisti e del pri­mo clas­si­fi­ca­to al con­cor­so. Gli spon­sor che han­no sostenu­to questo set­ti­mo Sim­po­sio del mar­mo, che han­no scel­to le scul­ture insieme alla giuria e che diver­ran­no pro­pri­etarie delle opere d’arte, sono oltre al comune di Cavaion e la Provin­cia di Verona, il Comune di Dol­cè, il Comune di Viga­sio, la dit­ta Open.Co srl di Pede­monte e la dit­ta Man­ni Sipre spa di Verona.Adriano Segat­ti­ni, che è anche pres­i­dente ono­rario dell’Asmave, l’associazione marmisti verone­si sot­to­lin­ea i mer­i­ti di tut­ti gli spon­sor, di quest’anno e degli anni scor­si. Gra­zie a loro oggi ci sono 66 opere d’arte esposte nei vari comu­ni del­la provin­cia che han­no ader­i­to all’iniziativa. Il Sim­po­sio, che ha un carat­tere itin­er­ante, per i pri­mi due anni si è svolto a Cavaion, poi si è cos­ti­tui­ta la seg­rete­ria pres­so la asso­ci­azione indus­tri­ali di Verona che ha orga­niz­za­to la terza edi­zione. Il quar­to e quin­to anno il sim­po­sio è sta­to orga­niz­za­to dal­la Video­mar­mote­ca con le edi­zioni di Volargne e Sant’Ambrogio. Il ses­to anno, non essendo più io mem­bro del­la Video­mar­mote­ca, ho ripor­ta­to la man­i­fes­tazione a Cavaion e sebbene da quest’anno io non sia più ammin­is­tra­tore pub­bli­co, l’amministrazione con grande disponi­bil­ità, mi ha incar­i­ca­to di orga­niz­zare anche questo set­ti­mo Simposio».

Parole chiave: -