A Sirmione sciolto il Consiglio Comunale: provvedimento atteso

23/08/2018 in Attualità
Di Redazione

Una nota del­l’Am­min­is­trazione Comu­nale imn­for­ma che “a segui­to del proces­so di deca­den­za del Sin­da­co Mat­tin­zoli per la sua elezione a con­sigliere regionale il Pres­i­dente del­la Repub­bli­ca, con atto del 9 agos­to, ha dec­re­ta­to lo sciogli­men­to del con­siglio comu­nale.

Il provved­i­men­to era atte­so in quan­to con­seguente alle pre­vi­sioni dell’art 53 del TUEL : “1. In caso di imped­i­men­to per­ma­nente, rimozione, deca­den­za o deces­so del sin­da­co o del pres­i­dente del­la provin­cia, la Giun­ta decade e si pro­cede allo sciogli­men­to del con­siglio. Il con­siglio e la Giun­ta riman­gono in car­i­ca sino alla elezione del nuo­vo con­siglio e del nuo­vo sin­da­co o pres­i­dente del­la provin­cia. Sino alle pre­dette elezioni, le fun­zioni del sin­da­co e del pres­i­dente del­la provin­cia sono svolte, rispet­ti­va­mente, dal vicesin­da­co e dal vicepres­i­dente”. L’attività ammin­is­tra­ti­va pro­cede per­tan­to rego­lar­mente sino alla con­vo­cazione del prossi­mo turno elet­torale ammin­is­tra­ti­vo”.