Esplode il problema degli ambulanti extracomunitari abusivi. L’allarme arriva dai commercianti della capitale del Garda che hanno scritto una lettera davvero polemica al sindaco.

Abusivi in costante aumento

Di Luca Delpozzo

Esplode il prob­le­ma degli ambu­lan­ti extra­co­mu­ni­tari abu­sivi. L’allarme arri­va dai com­mer­cianti del­la cap­i­tale del Gar­da che han­no scrit­to una let­tera davvero polem­i­ca al sin­da­co. Ma anche dai recen­ti episo­di di vio­len­za che han­no coin­volto i vig­ili urbani. Tre agen­ti infat­ti sono fini­ti al pron­to soc­cor­so in segui­to alla reazione «vio­len­ta» di alcu­ni extra­co­mu­ni­tari con­trol­lati alla stazione fer­roviaria. Cit­ta­di­ni e tur­isti sono inoltre stanchi di essere «taglieg­giati» da un grup­pet­to di albane­si che pre­tendono denaro da chi parcheg­gia l’auto negli spazi di sos­ta lib­era del­la Mara­tona. E la situ­azione è fini­ta ieri sul tavo­lo del prefet­to e del que­store oltre che di tut­ti i par­la­men­tari bres­ciani per inizia­ti­va del capogrup­po del­la Lega che ha invi­a­to una det­tagli­a­ta relazione e sol­lecita inter­ven­ti urgen­ti. Il prob­le­ma non è nuo­vo a Desen­zano, cit­tà tur­is­ti­ca che ai res­i­den­ti som­ma i tur­isti e i pen­dolari del fine set­ti­mana oltre ai gio­vani che la fre­quen­tano tutte le not­ti. Le oppor­tu­nità di fare affari richia­mano da anni anche i cosid­det­ti vu-cumprà che si sono orga­niz­za­ti con i loro lenzuoli da sten­dere a ter­ra come base d’esposizione delle loro mer­canzie. Si trat­ta di prodot­ti con marchi nel­la qua­si total­ità con­traf­fat­ti. Ma la situ­azione sem­bra pre­cip­itare quest’anno in segui­to all’aumento del numero di questi ven­di­tori ambu­lan­ti, per lo più extra­co­mu­ni­tari di col­ore. «Ne ho con­ta­to ben 51 nel cen­tro stori­co — nel fine set­ti­mana sul lun­go­la­go, in via S. Maria, piaz­za Mat­teot­ti, Malvezzi, via Roma, scrive Rino Pol­loni a prefet­to, que­store e par­la­men­tari. Si trat­ta di ven­di­tori abu­sivi non in rego­la con il per­me­s­so di sog­giorno. Il fenom­e­no ha super­a­to i liv­el­li di guardia. Il sin­da­co ha coin­volto sul prob­le­ma le forze dell’ordine locali ma sen­za esi­to. Al parcheg­gio pub­bli­co in local­ità Mara­tona si è orga­niz­za­ta nonos­tante le proteste di res­i­den­ti e tur­isti, una ban­da di parcheg­gia­tori albane­si che taglieg­giano le per­sone che cer­cano di usufruire dei parcheg­gi gra­tu­iti chieden­do il “piz­zo” e minac­cian­do chi si rifi­u­ta di pagar­lo». A soll­e­vare il prob­le­ma sono sta­ti i com­mer­cianti in una let­tera al sin­da­co. «Chiedi­amo i motivi per i quali nel cen­tro stori­co — scrivono — non ven­ga rispet­ta­ta l’ordinanza che vieta l’occupazione del suo­lo pub­bli­co e spes­so del plateati­co dei com­mer­cianti per esporre e vendere mer­ce pri­va di scon­tri­no fis­cale. Poiché ci sen­ti­amo igno­rati oltre che da lei anche dal­la forza pub­bli­ca a chi ci con­siglia di appel­lar­ci? Forse dob­bi­amo portare il nos­tro prob­le­ma a “Striscia la Notizia”? La legge, in questo caso è uguale per tut­ti?». La let­tera è fir­ma­ta dai com­mer­cianti eser­centi di via Papa, via Roma, piaz­za Malvezzi, piaz­za Mat­teot­ti. «È un prob­le­ma grave — con­viene il sin­da­co Felice Anel­li -. Ho con­vo­ca­to una riu­nione con le forze dell’ordine. Qual­cosa è sta­to fat­to, ma il prob­le­ma res­ta. Il Comune con i vig­ili non riesce a fron­teggia­r­lo. Anzi è cap­i­ta­to che l’intervento dei nos­tri agen­ti teso a far rispettare le leg­gi venisse con­tes­ta­to dai pas­san­ti che si schier­a­vano con gli extra­co­mu­ni­tari. Devono inter­venire le forze dell’ordine». Intan­to cresce il mal­con­tento men­tre la cronaca reg­is­tra il fer­i­men­to lieve di tre vig­ili urbani impeg­nati nei giorni scor­si con gli agen­ti del com­mis­sari­a­to nell’effettuare con­trol­li di extra­co­mu­ni­tari alla stazione fer­roviaria. QuestI ulti­mi han­no reag­i­to con vio­len­za man­dan­doli al pron­to soc­cor­so dove sono state riscon­trate con­tu­sioni guari­bili in pochi giorni.

Commenti

commenti