Acciaierie di Calvisano: 50 anni “All Special, All Different”

18/09/2022 in Attualità
Di Redazione

 EVENTO INCLUSIVO, SOSTENIBILE E CERTIFICATO (ISO20121)

Capac­ità di adat­ta­men­to e qual­ità, inclu­sione e sosteni­bil­ità sono tra le carte vin­cen­ti di un’impresa. Così come lo sono le pro­prie per­sone, il vero motore che muove il pro­gres­so. Sono questi i caposal­di delle cel­e­brazioni per il 50° di Acciaierie di Calvisano, soci­età di Fer­alpi Group, inti­to­late “All spe­cial, all dif­fer­ent”. Ieri e oggi Acciaierie di Calvisano ha volu­to ricor­dare una tradizione d’acciaio lun­ga mez­zo sec­o­lo, per poi vol­gere lo sguar­do alle sfide più attuali del­la tran­sizione eco­log­i­ca ed ener­get­i­ca met­ten­do al cen­tro tan­to i dipen­den­ti, che ieri si sono riu­ni­ti per una ser­a­ta all’insegna del­la con­di­vi­sione, quan­to gli stake­hold­er esterni all’impresa che sta­mat­ti­na si sono dati appun­ta­men­to nel­lo sta­bil­i­men­to bresciano.

«I cinquant’anni dell’azienda – sot­to­lin­ea Gio­van­ni Pasi­ni, pres­i­dente di Acciaierie di Calvisano — sono sta­ti “tut­ti dif­fer­en­ti e spe­ciali”: dif­fer­en­ti e spe­ciali come le per­sone che han­no con­tribuito al suo suc­ces­so, come gli acciai prodot­ti dall’azienda, come le soci­età del Grup­po, Arleni­co e Cale­ot­to, che vivono la sin­er­gia con Acciaierie di Calvisano nel mer­ca­to degli acciai spe­ciali. In queste due gior­nate non abbi­amo volu­to solo ricor­dare il pas­sato, fat­to di capac­ità di adat­ta­men­to e di inves­ti­men­ti in tec­nolo­gie e pro­fes­sion­al­ità, ma soprat­tut­to abbi­amo volto lo sguar­do al futuro, attra­ver­so le sfide che ci atten­dono per unire com­pet­i­tiv­ità e sostenibilità».

LE ATTIVITÀ DI UN CINQUANTESIMO LUNGO UN ANNO 

Un even­to lun­go un anno, nato dalle per­sone per le per­sone. Benché i 50 anni di Acciaierie di Calvisano siano sta­ti fes­teggiati uffi­cial­mente tra ieri e oggi, il pro­gram­ma di appun­ta­men­ti si è aper­to lo scor­so 4 mar­zo con il kick-off ris­er­va­to alle per­sone interne all’azien­da. Sono sta­ti mesi inten­si di con­fron­to e di lavoro in team su tre prog­et­ti distinti.

Un nuo­vo murale: “Inat­te­so col­ore dell’acciaio”

Acciaierie di Calvisano ha un nuo­vo volto gra­zie ad un murale che abbrac­cia un’intera parete del­lo sta­bil­i­men­to e che mette le per­sone e il ter­ri­to­rio al cen­tro. Real­iz­za­to dall’artista inter­nazionale Tel­las, è nato dall’ascolto, dal­la con­di­vi­sione e dalle tes­ti­mo­ni­anze delle per­sone dell’azienda affinché viva nel tem­po. 10 giorni di lavoro, 3 artisti, 1000 mq di super­fi­cie a col­ori sono i “numeri” dell’opera inti­to­la­ta “Inat­te­so col­ore dell’acciaio”. Se il lavoro oper­a­ti­vo è dura­to dieci giorni, il per­cor­so di avvic­i­na­men­to è par­ti­to già nel mese di mar­zo coin­vol­gen­do fin da subito le per­sone dell’azienda che han­no con­tribuito a fornire all’artista le tes­ti­mo­ni­anze, le sen­sazioni e il ruo­lo di Acciaierie di Calvisano nel­la comu­nità e nel ter­ri­to­rio, restituen­do val­ore anche dal pun­to di vista estetico.

La colon­na musi­cale fir­ma­ta da Dario Rossi 

L’acciaio è anche musi­ca. Nei mesi scor­si Dario Rossi, uno dei drum­mer più conosciu­ti al mon­do per l’o­rig­i­nal­ità e l’u­nic­ità delle sue per­for­mance, ha vis­i­ta­to lo sta­bil­i­men­to assieme ad alcu­ni dipen­den­ti, ha assor­bito le sonorità per dec­li­narle nel­la colon­na sono­ra del­l’even­to di cel­e­brazione dei 50 anni di Acciaierie di Calvisano.

Doppia dig­i­tal fac­to­ry per entrare vir­tual­mente negli stabilimenti 

Due nuove espe­rien­ze vir­tu­ali da vivere per “entrare” in Acciaierie di Calvisano e in Cale­ot­to. Un doppio tour a 360 gra­di (https://www.feralpigroup.com/feralpi-experience/) che per­me­tte di sco­prire infor­mazioni, det­tagli e curiosità sul mon­do degli acciai spe­ciali di Fer­alpi Group. L’esperienza apre le porte per sco­prire il proces­so di pro­duzione e per conoscere curiosità sul­la qual­ità dei prodot­ti attra­ver­so i con­tribu­ti di gra­fiche e tes­ti­mo­ni­anze delle per­sone che lavo­ra­no nelle società.

Indus­tria ed evoluzion­is­mo con Tel­mo Pievani

L’ul­ti­mo capi­to­lo del­la mat­ti­na­ta ha vis­to pro­tag­o­nista Tel­mo Pievani, divul­ga­tore sci­en­tifi­co, evoluzion­ista e sag­gista con l’intervento “All spe­cial, all dif­fer­ent: come una realtà indus­tri­ale, eco­nom­i­ca, sociale può affrontare un futuro sem­pre più mutevole?”.

CARBON FOOTPRINT PER ACCIAIERIE DI CALVISANO, CALEOTTO E ARLENICO 

L’appuntamento è anda­to oltre la cel­e­brazione. Infat­ti, è sta­to anche l’occasione per con­di­videre una notizia in più: Acciaierie di Calvisano, assieme a Cale­ot­to e Arleni­co – ossia l’intera busi­ness unit degli acciai spe­ciali del Grup­po Fer­alpi — han­no ottenu­to la Car­bon Foot­print, ovvero è sta­ta cal­co­la­ta l’impronta car­bon­i­ca sia del­la pro­pria orga­niz­zazione (ISO 14064:1–2018) sia dei pro­pri prodot­ti (ISO 14067:2018). Sono state con­tabi­liz­zate tutte le emis­sioni asso­ciate diret­ta­mente e indi­ret­ta­mente alle instal­lazioni sulle quali l’organizzazione eserci­ta il con­trol­lo oper­a­ti­vo, inclusi per­tan­to i pro­ces­si up e down-stream (es. trasporti e for­n­i­tori). La scelta di giun­gere alla Car­bon Foot­print è coer­ente con la strate­gia ESG (Envi­ron­men­tal, Social, Gov­er­nance) di Fer­alpi Group e risponde agli Obi­et­tivi di Svilup­po Sosteni­bile (SDGs) per­ti­nen­ti all’attività carat­ter­is­ti­ca esercitata.

UN EVENTO SOSTENIBILE E CERTIFICATO ISO20121 

In coeren­za con i val­ori e l’approccio ESG, tut­ti gli even­ti cel­e­bra­tivi del 50° Anniver­sario di Acciaierie di Calvisano sono sta­ti prog­et­tati, orga­niz­za­ti e ren­di­con­tati in coeren­za ai prin­cipi del­la nor­ma ISO20121, che definisce a liv­el­lo inter­nazionale le linee gui­da per un even­to sosteni­bile. Come ripor­ta­to nel Unit­ed Nations Envi­ron­ment Pro­gramme del 2009, un even­to è defini­to sosteni­bile quan­do “è ideato, piani­fi­ca­to e real­iz­za­to in modo da min­i­miz­zare l’im­pat­to neg­a­ti­vo sul­l’am­bi­ente e da las­cia­re un’ered­ità pos­i­ti­va alla comu­nità che lo ospi­ta”. Ecco per­ché Fer­alpi Group ha adot­ta­to una Polit­i­ca di Sosteni­bil­ità, par­tendo da Visione, Mis­sione e Val­ori, e intende ren­dere note le scelte oper­ate nel­la prog­et­tazione e nel­la real­iz­zazione delle man­i­fes­tazioni dell’Anniversario.

Nessun Tag Trovato

Commenti

commenti