Servizi sociali, in aumento le richieste di aiuto per medicine e bollette

Accordi con i sindacati

Di Luca Delpozzo
en.d.

A Padenghe le sta­tis­tiche evi­den­ziano ric­chez­za, ma le richi­este di aiu­to aumen­tano su vari fron­ti. Il dato è con­fer­ma­to dall’assessorato ai , ret­to da . A fine anno l’assessorato ai Servizi sociali ha provve­du­to ad erog­a­re numerosi con­tribu­ti ai cit­ta­di­ni, che cer­ti­f­i­can­do un red­di­to infe­ri­ore ai 9.500 euro, han­no potu­to usufruire di una serie di con­tribu­ti eco­nomi­ci. Alcune azioni sono state con­cor­date con i sin­da­cati dei pen­sion­ati: con­tribu­ti per il riscal­da­men­to e le uten­ze in gen­erale, parziale rim­bor­so delle spese far­ma­ceu­tiche, inte­grazione del Fon­do sosteg­no affit­ti, aiu­ti ali­men­ta­ri. Gran parte di questi inter­ven­ti riguardano gli ultra 65enni, ai quali viene anche riconosci­u­ta una riduzione dell’imposta di smal­ti­men­to dei rifiu­ti soli­di urbani. Le domande di aiu­to pre­sen­tate nel 2005 sono incre­men­tate notevol­mente rispet­to al 2004, impeg­nan­do tut­to il bud­get pre­ven­ti­va­to dall’amministrazione. «La cresci­ta del dis­a­gio eco­nom­i­co, nonos­tante le sta­tis­tiche col­lochi­no Padenghe ai pri­mi posti in ric­chez­za media per abi­tante — affer­ma l’assessore Avanzi­ni — costringe l’amministrazione, fin dove è pos­si­bile, ad inter­venire nelle situ­azioni di mag­gior grav­ità, che non riguardano solo le famiglie straniere ma anche molte ital­iane». Anche per il 2006, l’assessorato ha siglato l’accordo con i sin­da­cati per garan­tire nel tem­po azioni di sup­por­to, ele­van­do il lim­ite Isee da 9.500 a 10.000 euro. «Lo sfor­zo dell’amministrazione è notev­ole — dice Avanzi­ni — anche in virtù dei tagli statali, purtrop­po con­fer­mati, e che riguardano anche il set­tore sociale. Un esem­pio per tut­ti: le risorse nazion­ali, che veni­vano ero­gate attra­ver­so la Comu­nità mon­tana ai 22 Comu­ni del dis­tret­to 11, sono dimi­nu­ite di oltre il 40%».