Acquascooter in navigazione verbalizzati dalla Guardia Costiera per violazione DPCM

Di Redazione

Con­tin­ua l’assiduo impeg­no del­la nel­l’as­solvi­men­to dei pro­pri com­pi­ti isti­tuzion­ali, al fine di assi­cu­rare il rispet­to dei provved­i­men­ti adot­tati dal Gov­er­no con il D.P.C.M. emer­gen­za COVID 19, oltre ai nor­mali com­pi­ti isti­tuzion­ali.

Ques­ta mat­ti­na il mez­zo nau­ti­co G.C. ALPHA 058 asseg­na­to al 1° Nucleo del­la Guardia Costiera di stan­za nel Por­to di Salò (BS), men­tre era in pro­gram­ma­ta per attiv­ità di vig­i­lan­za, ha fer­ma­to due poten­ti moto d’acqua che nav­i­ga­vano nelle acque del anti­s­tan­ti il comune di San Felice del Bena­co.

A cari­co dei due acquas­cooter­isti sono sta­ti ele­vati altret­tan­ti ver­bali per vio­lazione del DPCM COVID 19 e dell’Ordinanza del­la , che vieta le nav­igazioni ludiche. Ad uno dei due, sprovvis­to al momen­to del con­trol­lo di doc­u­men­ti dell’unità, è sta­ta altresì, ele­va­ta una sanzione ammin­is­tra­ti­va per vio­lazione del codice sul­la nau­ti­ca da dipor­to.

Al ter­mine del con­trol­lo i due con­dut­tori sono sta­ti invi­tati ad inter­rompere la nav­igazione ed a rien­trare pres­so il pos­to di alag­gio delle due moto d’acqua.

L’attività di con­trol­lo dei mezzi navali del­la Guardia Costiera del Nucleo del Lago di Gar­da, rien­tra nel­la più ampia attiv­ità pro­gram­ma­ta a liv­el­lo inter­reg­gionale dal­la Direzione Marit­ti­ma di Venezia, che anche in questo w.e. ha pre­dis­pos­to un dis­pos­i­ti­vo inte­gra­to di con­trol­li ad opera del per­son­ale e delle unità navali di stan­za nei coman­di dipen­den­ti.