Anche se con un po’ di ritardo rispetto ai tempi auspicati e preventivati dai propri associati, il momento del debutto è finalmente arrivato….

ACQUE CHIARE : È GIUNTA L’ORA DELLAPRIMA

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Anche se con un po’ di ritar­do rispet­to ai tem­pi aus­pi­cati e pre­ven­ti­vati dai pro­pri asso­ciati, il momen­to del debut­to è final­mente arriva­to: saba­to 10 novem­bre, ore 17:30, pres­so la sala del Tur­is­mo di Desen­zano (palaz­zo Tode­s­chi­ni) la neona­ta Asso­ci­azione Cul­tur­ale “acque chiare” intende pre­sen­tar­si alla cit­tà per illus­trare i prin­cipi ispi­ra­tori che han­no ani­ma­to la stesura del pro­prio pro­gram­ma operativo.L’occasione è rap­p­re­sen­ta­ta dal­la pre­sen­tazione del libro “Visti sul Gar­da”, di Tul­lio Fer­ro e di Lau­ra Fer­ro Francesconi. “Visti sul Gar­da”, nel descri­vere gli itin­er­ari e gli episo­di di per­son­ag­gi famosi che, irreti­ti dal fas­ci­no dis­cre­to e irre­sistibile del Bena­co, sono appro­dati sulle sue sponde, vuole sot­to­lin­eare il ruo­lo fon­da­men­tale del . E così, il Gar­da non solo viene descrit­to come ambi­ente nat­u­rale irripetibile ed emozio­nante ma assurge a cro­ce­via cul­tur­ale del­la civiltà euro­pea, diven­tan­do un pun­to d’incontro priv­i­le­gia­to per poeti, let­terati, artisti e stu­diosi: [insom­ma, un Bena­co cul­la del­la cul­tura.] Ed il Con­siglio Diret­ti­vo dell’associazione “Acque Chiare” ha vis­to nel­la pre­sen­tazione dell’opera “Visti sul Gar­da” l’occasione più adat­ta per annun­cia­re pub­bli­ca­mente le pro­prie final­ità e per met­tere in risalto fin da subito la cen­tral­ità del binomio Desen­zano-cul­tura all’interno del pro­prio pro­gram­ma operativo.“Acque Chiare”, infat­ti, è un’associazione cul­tur­ale non lucra­ti­va che, ispi­ran­dosi ai prin­cipi lib­er­al demo­c­ra­ti­ci di matrice cat­toli­ca e laica, intende risco­prire, pro­muo­vere e val­oriz­zare le moltepli­ci realtà e risorse del­la cap­i­tale del Gar­da, cer­can­do di fornire pro­poste e soluzioni alle istanze prove­ni­en­ti dal­la cit­tad­i­nan­za desenzanese.L’Associazione Cul­tur­ale (for­mal­mente cos­ti­tu­itasi il giorno 11 Giug­no 2001) annovera tra i pro­pri asso­ciati gio­vani ed adul­ti impeg­nati in vari set­tori del mon­do pro­fes­sion­ale, lavo­ra­ti­vo, cul­tur­ale e del volon­tari­a­to e, dunque, rap­p­re­sen­ta­tivi delle diverse realtà del­la comu­nità di riferimento.La scelta del nome non è casuale: il binomio “Acque Chiare”, da una parte, riv­ela il pro­fon­do ed inscindibile legame con la comu­nità lacus­tre del Gar­da e, dall’altra, evi­den­zia la volon­tà di rap­por­tar­si in maniera conc­re­ta e traspar­ente con tutte le isti­tuzioni locali, con i cit­ta­di­ni ed in modo par­ti­co­lare con i giovani.La sper­an­za con cui “Acque Chiare” inizia ques­ta sua avven­tu­ra è quel­la che, pas­so dopo pas­so, o meglio, “goc­cia dopo goc­cia”, con il con­trib­u­to degli asso­ciati e di quan­ti han­no a cuore lo svilup­po di un’autentica “soci­età civile” a Desen­zano, essa pos­sa diventare un vali­do pun­to di rifer­i­men­to per pro­muo­vere e divul­gare “opin­ioni” quali risposte adeguate e con­vin­cen­ti alle esi­gen­ze e alle aspet­ta­tive del­la pro­pria comunità.

Parole chiave: