Ad Arco Il minisindaco Simone dichiara aperto «Carnevalarco»

25/01/2016 in Attualità
Parole chiave:
Di Redazione

Si chia­ma Simone Bom­bardel­li, ha nove anni e mez­zo, vive a Bolog­nano, gio­ca a pallavo­lo nel­la squadra under 12 del­la «C 9» e fre­quen­ta la quar­ta «A» nel­la scuo­la pri­maria «Amelia Zadra» di Riva del Gar­da. È il nuo­vo min­isin­da­co di Arco, la cui investi­tu­ra uffi­ciale, con la tradizionale con­seg­na delle chi­avi del­la cit­tà e del­la fas­cia con i col­ori di Arco, rice­vu­ti dall’«ex» sin­da­co (pre­cisa­mente vicesin­da­co reggente) Alessan­dro Bet­ta, ha uffi­cial­mente aper­to Carnevalar­co, il del­la cit­tà di Arco. La cer­i­mo­nia s’è tenu­ta nel­la mat­ti­na di ven­erdì 22 gen­naio in munici­pio, sala Giun­ta, pre­sen­ti la mam­ma Daniela e lo zio Dino, assieme all’asses­so­ra al tur­is­mo Mar­i­aluisa Tav­erni­ni e al pres­i­dente del Grup­po Costrut­tori Asso­ciati (che orga­niz­za il Carnevale) Mario Matteotti.

Serio, ris­er­va­to, di poche parole, Simone Bom­bardel­li non ha volu­to rilas­cia­re dichiarazioni, non pri­ma di aver val­u­ta­to atten­ta­mente la situ­azione; incalza­to dal­la stam­pa, s’è las­ci­a­to sfug­gire che i suoi pen­sieri van­no ai bam­bi­ni in dif­fi­coltà, e che gli piac­erebbe pot­er fare qual­cosa per loro, per aiu­tar­li. In tema di Carnevale e più in gen­erale di diver­ti­men­to, l’idea por­tante del suo pro­gram­ma di minigov­er­no è un luo­go aper­to e sem­pre acces­si­bile, dove i bam­bi­ni pòs­sano diver­tir­si facen­do tut­ti gli sport pos­si­bili e immaginabili.

La tradizionale investi­tu­ra del min­isin­da­co ha dato il via uffi­ciale al tradizionale, spet­ta­co­lare appun­ta­men­to con le maschere, le sfi­late e il con­cor­so a pre­mi, i giochi, il teatro, il bal­lo mascher­a­to e la sfi­la­ta dei car­ri alle­gori­ci. «Carnevalar­co», orga­niz­za­to dal «Grup­po Costrut­tori Asso­ciati» — nato dal­la fusione dei vari grup­pi che in pas­sato real­iz­za­vano il cele­bre Carnevale di Arco, ese­cu­tori mate­ri­ali e ani­ma­tori dei car­ri alle­gori­ci — e con il sosteg­no del Comune di Arco, si svolge dal 30 gen­naio al 7 feb­braio nel cen­tro stori­co di Arco.

Anche quest’an­no, dunque, bam­bi­ni e adul­ti potran­no assis­tere alle sfi­late dei car­ri alle­gori­ci, sui quali sarà anche pos­si­bile salire, e parte­ci­pare alla sfi­la­ta delle mascher­ine, ai tan­tis­si­mi spet­ta­coli e all’in­de­scriv­i­bile «ArcoRi­da», una cor­ri­da in cui i più improb­a­bili per­son­ag­gi che si cimen­tano in esi­bizioni comiche. Ospite d’ec­cezione, Bob­by Solo, in con­cer­to al Cas­inò ven­erdì 5 feb­braio, dopo l’ArcoRida.

S’inizia dunque saba­to 30 gen­naio alle ore 14: in viale delle Palme è allesti­to il labir­in­to dei giochi gon­fi­a­bili, con il treni­no e la gios­tra. Musi­ca dal vivo con i «Car­ton Jazz» e dis­tribuzione gra­tui­ta di prodot­ti tren­ti­ni e del­la meren­da di Carnevale.

Domeni­ca 31 gen­naio alle ore 14 si tiene la pri­ma sfi­la­ta dei car­ri alle­gori­ci, sul «cir­cuito dei gia­r­di­ni», col sup­por­to di Dix­ie Band – Fan­fara Popof, Body and Mind, Coun­try Whis­per e Com­pag­nia delle lame scaligere.

Ven­erdì 5 feb­braio è il giorno del­l’Ar­coRi­da, la rasseg­na teatrale dialet­tale in for­ma di sfi­da, dalle ore 21 al Cas­inò munic­i­pale. A seguire il con­cer­to di Bob­by Solo.

Saba­to 6 feb­braio a par­tire dalle ore 14 in viale delle Palme è allesti­to il labir­in­to dei giochi gon­fi­a­bili, con il treni­no e la gios­tra. Musi­ca dal vivo con i «Car­ton Jazz» e dis­tribuzione gra­tui­ta di prodot­ti tren­ti­ni e del­la meren­da di Carnevale.

Domeni­ca 7 feb­braio la sec­on­da sfi­la­ta dei car­ri alle­gori­co, sem­pre sul «cir­cuito dei gia­r­di­ni», col sup­por­to di Dix­ie Band – Fan­fara Popof, Body and Mind, Coun­try Whis­per e Com­pag­nia delle lame scaligere.

In caso di mal­tem­po in una delle due date delle sfi­late, l’ap­pun­ta­men­to è rimanda­to a domeni­ca 14 feb­braio, sem­pre con inizio alle ore 14.

Parole chiave: