Il creatore dello stemma, Tommaso Vanin, risiede nella Bassa, a Erbè

Adesso c’è un marchio per il «made in Baldo»

06/09/2007 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Barbara Bertasi

Arri­va dal­la Bas­sa la griffe del «Made in Bal­do». Il logo più adat­to a far rim­balzare nel mon­do l’immagine e i prodot­ti dell’ «Hor­tus Europae» è quel­lo cre­ato da Tom­ma­so Vanin di Erbé che, con le sue barre ver­ti­cali ver­di, azzurre, mar­roni e tin­ta senape, rap­p­re­sen­ta le diverse com­po­nen­ti dell’ambiente baldense: la mon­tagna, il lago di Gar­da, il fiume Adi­ge, la neve, la ter­ra, il sole.È sta­to Vanin infat­ti ad aggiu­di­car­si il pri­mo pos­to nel con­cor­so d’idee indet­to dal­la Comu­nità mon­tana del Bal­do per creare un mar­chio che pro­muoverà a liv­el­lo tur­is­ti­co tut­to quan­to «fa» ed è fat­to su ques­ta nos­tra mon­tagna. Al sec­on­do pos­to, tra i ven­ticinque papa­bili loghi in gara, si è clas­si­fi­ca­ta la «Space design» di rap­p­re­sen­ta­ta da Pao­lo Degra­da, e al ter­zo Francesco Sar­tori di Verona.«Vanin è un appas­sion­a­to di mon­tagna che non vi risiede eppure, sec­on­do la com­mis­sione d’esperti, ha meglio inter­pre­ta­to il nos­tro ter­ri­to­rio e le nos­tre esi­gen­ze», com­men­ta il pres­i­dente Cipri­ano Castel­lani, ricor­dan­do che tut­ti i lavori in gara saran­no esposti nel­la mostra che sarà allesti­ta in autun­no nel­la chieset­ta di San Dioni­gi adi­a­cente alla sede di Palaz­zo Malaspina Nichesola.Il voto insin­da­ca­bile dei «sette sag­gi» del­la com­mis­sione è sta­to comunque unanime: «Il nuo­vo logo non si sovrap­por­rà a quel­lo del­la Comu­nità», sot­to­lin­ea anco­ra Castel­lani. «Servirà invece a ren­dere imme­di­ata­mente riconosci­bile il prodot­to Monte Bal­do, per­me­t­ten­do­ci di pro­muover­lo nei diver­si aspet­ti, facen­do­lo diventare sim­bo­lo dell’inconfondibile qual­ità e gen­uinità di tut­to quan­to proviene da qui.Potremo usar­lo sui media, siano essi stam­pa, inter­net e tele­vi­sione, per brochure e in altri set­tori del­la nos­tra ammin­is­trazione, dar­lo in con­ces­sione a Iat, con­sorzi, aziende, pro loco e altri even­tu­ali enti impeg­nati nel­la pro­mozione baldense». Vanin, oltre al pri­mo pos­to, ha vin­to 3 mila euro, 1000 van­no al sec­on­do e 500 al ter­zo classificato.

Parole chiave: