I dati confermano la crescita dello scalo di Montichiari anche nel 2002: più 15%. Cavalleri è il nuovo presidente della Catullo spa

Aeroporto, sei mesi boom

Di Luca Delpozzo
Lago di Garda

L’avvocato Ful­vio Cav­al­leri, 48 anni, veronese, è il nuo­vo pres­i­dente del­la Cat­ul­lo spa, soci­età di ges­tione dell’aeroporto di Vil­lafran­ca e socio di mag­gio­ran­za nell’aeroporto «D’Annunzio» di Mon­tichiari. Lo ha nom­i­na­to ieri all’unanimità il con­siglio di ammin­is­trazione del­la soci­età veronese. Cav­al­leri suc­cede a Fer­nan­do San­son, che ha guida­to per tre anni la cresci­ta del sis­tema aero­por­tuale del Gar­da, com­pos­to dal Cat­ul­lo di Vil­lafran­ca e del «». Ma le novità non finis­cono qui. Nove su quindi­ci i volti nuovi entrati a far parte del con­siglio d’amministrazione; fra questi Sil­vano Grisen­ti, asses­sore ai Trasporti del­la Provin­cia di Tren­to, neo vicepres­i­dente, e i sin­daci di Verona (Pao­lo Zan­ot­to) e Man­to­va (Gian­fran­co Burchiel­laro), quali con­siglieri strate­gi­ci. Un con­siglio, quin­di, ben rap­p­re­sen­ta­to che vede anche il pas­sag­gio del tes­ti­mone fra il con­sigliere dell’Ulivo e Cor­ra­do Ghi­rardel­li, attuale vice pres­i­dente del­la Provin­cia, nuo­vo rap­p­re­sen­tante dei soci bres­ciani (Cam­era di Com­mer­cio e Provin­cia), che van­tano il 10% del­la soci­età veronese e il 15% di Mon­tichiari. Gli altri nuovi con­siglieri sono Alessan­dro Bianchi, Fab­rizio Fac­cin­cani, Michele Pizzi­ni, Sil­vano Sce­varoli e Pao­lo Zanel­li. Riman­gono al loro pos­to, oltre a Ful­vio Cav­al­leri, Fabio Bor­to­lazzi, pres­i­dente del­la Cam­era di Com­mer­cio di Verona, Gio­van­ni Mar­co Castel­lani, Michele Di Pup­po, Mau­r­izio Mari­no e Luisa Mar­ti­ni. Sod­dis­fat­ti per le serie inten­zioni del­la nuo­va com­pagine sia il pres­i­dente del­la Provin­cia, Alber­to Cav­al­li, che , pres­i­dente del­la Cam­era di com­mer­cio. «Inizia un nuo­vo tri­en­nio ric­co di novità, con le isti­tuzioni e le realtà del ter­ri­to­rio pronte a divenire pro­tag­o­niste nei due aero­por­ti», spie­ga Cav­al­li. D’accordo anche Bet­toni, che ricor­da come «stiano scom­paren­do anche i prob­le­mi nati con il comune di Verona, in mer­i­to allo scor­poro d’azienda del D’Annunzio, che ave­va fat­to ricor­so al tri­bunale. Ebbene il nuo­vo sin­da­co Zan­ot­to ha promes­so che pro­por­rà il ritiro di ogni ricor­so». Intan­to la cresci­ta del «D’Annunzio» è evi­dente: nei pri­mi sei mesi del 2002 ha total­iz­za­to un eccel­lente più 15%, men­tre Verona ha rag­giun­to il 4%. Risul­tati che con­fer­mano le poten­zial­ità del­lo sca­lo di Mon­tichiari, sem­pre più appeti­to da numerose com­pag­nie. Per parte sua, il pres­i­dente uscente Fer­di­nan­do San­son ha ringrazi­a­to i col­lab­o­ra­tori per «l’ottimo lavoro svolto», aggiun­gen­do di essere cer­to che «questo nuo­vo con­siglio saprà seguire e miglio­rare quan­to da noi già svolto». Pron­to a con­tin­uare con effi­ca­cia il suo impeg­no anche il con­sigliere provin­ciale e regionale Gui­do Galper­ti, che resterà nel Cda del «D’Annunzio». «Il bilan­cio del Cat­ul­lo con­tiene molti aspet­ti pos­i­tivi — sostiene Galper­ti -, un buon pun­to di parten­za per il raf­forza­men­to e la cresci­ta del nos­tro sca­lo». La pri­ma riu­nione del nuo­vo Con­siglio d’amministrazione dell’aeroporto «D’Annunzio» è pre­vista il 24 luglio, alle ore 15, negli uffi­ci di Mon­tichiari, pre­siedu­ta da Ugo Gus­sal­li Beretta. Il nuo­vo diret­ti­vo avrà un incon­tro di con­sul­tazione con il neo pres­i­dente Cav­al­leri in mer­i­to ai numerosi prog­et­ti in cantiere per lo sca­lo bres­ciano, pri­mo fra tut­ti il Car­go Cen­ter e i prossi­mi accor­di con nuove com­pag­nie aeree. Fra le trat­ta­tive sul tavo­lo, l’esclusiva del col­lega­men­to con la Gran Bre­tagna per 80 mila passeg­geri ingle­si, che ogni anno ver­reb­bero in visi­ta sul Gar­da. Quan­to ai nuovi soci del D’Annunzio, «non c’è fret­ta — affer­mano sia Cav­al­leri che San­son — questo sis­tema del Gar­da reg­gerà a lun­go, chi vor­rà entrare in soci­età dovrà pri­ma di tut­to offrire lavoro».