L’Unione dei Comuni e sindacati pensionati hanno firmato l’intesa

Agevolazioni a Moniga e Manerba

16/03/2006 in Attualità
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Enrico Dugoni

L’Unione dei Comu­ni del­la Valte­n­e­si (Moni­ga e Maner­ba) il cui pres­i­dente è Mas­si­mo Polli­ni, sin­da­co di Moni­ga, ha siglato l’accordo per l’anno in cor­so con i sin­da­cati dei pen­sion­ati Spi Cgil, Fnp Cisl e Uilp Uil. L’importante inte­sa vale per le per­sone anziane res­i­den­ti nei due pae­si, con indi­ca­tore Isee pari o infe­ri­ore a 9.000 euro. Si trat­ta di spese di tick­et san­i­tari che saran­no rim­bor­sate nel­la misura del 75% fino a un mas­si­mo di 500 euro. Le domande per i rim­bor­si tick­et, per diag­nos­ti­ca e vis­ite spe­cial­is­tiche, sia per il rilas­cio del­la tessera san­i­taria dovran­no essere inoltrate all’ufficio dall’1 al 31 gen­naio 2007, uti­liz­zan­do l’apposito mod­u­lo. Smal­ti­men­to dei rifiu­ti soli­di urbani interni: le ammin­is­trazioni comu­nali per le per­sone che vivono sole e per quelle che si trovano in situ­azioni di par­ti­co­lare dif­fi­coltà eco­nom­i­ca, si stan­no impeg­nan­do ad esam­inare even­tu­ali richi­este per il rim­bor­so totale o parziale. L’Ici: il Comune di Maner­ba ha delib­er­a­to e con­fer­ma­to l’aliquota del­la pri­ma casa al 4 per mille, men­tre l’amministrazione di Moni­ga ha sta­bil­i­to il 5 per mille. Altre impor­tan­ti voci che sul bilan­cio famil­iare pesano, come riscal­da­men­to, ener­gia elet­tri­ca ed acqua: per gli anziani con più di 65 anni e per i nuclei com­posti da due per­sone, una delle quali ultra 65enne, sem­pre nei lim­i­ti Isee di 9mila euro, dall’1 gen­naio 2006 ver­rà eroga­to un con­trib­u­to una tan­tum di 150 euro, sem­pre che non abbiano inoltra­to altre richi­este di con­trib­u­to eco­nom­i­co che con­tem­plino le spese di riscal­da­men­to, ener­gia elet­tri­ca ed acqua. Se invece sono state pre­sen­tate altre richi­este di con­trib­u­to per le medes­ime moti­vazione, l’una tan­tum sarà di 75 euro. Altri impor­tan­ti servizi che i comu­ni garan­tis­cono: assis­ten­za domi­cil­iare, pasti a domi­cilio, tele­soc­cor­so, sog­giorni cli­mati­ci, cicli di ter­apie a Sirmione, servizio di trasporto per vis­ite mediche e ter­apie. Le speci­fiche domande per l’accesso ai servizi elen­cati van­no pre­sen­tate all’ufficio servizi sociali del Comune di residenza.

Parole chiave:

Commenti

commenti