L’intesa tra Comune e organizzazioni sindacali.

Agevolazioni per i pensionati

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Sono state def­i­nite, gra­zie all’intesa fra Comune e sin­da­cati dei pen­sion­ati Spi-Cgil, Fnp-Cisl e Uilp-Uil le agevolazioni sociali con­cesse a favore del­la popo­lazione a red­di­to più bas­so. I van­tag­gi defin­i­ti e gli scon­ti o le esen­zioni che potran­no essere richi­esti sono moltepli­ci. Van­no, spie­gano l’assessore ai Valenti­no Moros­ti­ca ed il sin­da­co Anel­li, dal rilas­cio del­la tessera per l’esenzione dal tick­et sui far­ma­ci di fas­cia A e B al rim­bor­so dei tick­ets riguardan­ti gli esa­mi diag­nos­ti­ci e vis­ite spe­cial­is­tiche dietro pre­sen­tazione di impeg­na­ti­va del medico curante e rice­vu­ta fis­cale. È pre­vista anche una riduzione del 33% del­la tas­sa di smal­ti­men­to dei rifiu­ti per le per­sone che risulti­no soli in famiglia, scon­to che viene con­ces­so sen­za doman­da. Si può arrivare addirit­tura all’azzeramento del­la bol­let­ta nell’eventualità di red­di­to infe­ri­ore al min­i­mo vitale. Il Comune con­cede anche un con­trib­u­to for­fet­tario di 250.000 lire per le spese legate ai con­su­mi di ener­gia elet­tri­ca e gas; con­tribu­ti ris­er­vati ai capi­famiglia con età supe­ri­ore a 65 anni ed un deter­mi­na­to red­di­to. Va sot­to­lin­eato come per la pri­ma vol­ta il Comune di Desen­zano abbia deciso di fare espres­so rifer­i­men­to all’Ise, cioè all’Indicatore del­la situ­azione eco­nom­i­ca del­la per­sona o del­la famiglia, un indice che è sta­to introdot­to per la pri­ma vol­ta a liv­el­lo nazionale e che tiene con­to del red­di­to ma anche del pat­ri­mo­nio e del­la com­po­sizione del nucleo famil­iare. Le domande pos­sono essere pre­sen­tate all’Ufficio relazioni con il pub­bli­co a Desen­zano (piaz­za­le Bagat­ta, ex sede dei vig­ili) dal lunedì al ven­erdì dalle ore 9 alle ore 11.30 ed a Riv­oltel­la (nell’ex sede munic­i­pale) il mer­coledì dalle ore 9 alle 12.30. Come det­to, la doman­da va accom­pa­g­na­ta dal­la cer­ti­fi­cazione Ise com­pren­dente i cod­i­ci fis­cali del­la famiglia, dichiarazione dei red­di­ti, sal­do con­ti cor­ren­ti ban­cari postali ecc. a fine ’99, sal­do di even­tu­ali inves­ti­men­ti in titoli, libret­ti a risparmio, val­ore e cat­e­go­ria cat­a­stale degli immo­bili di pro­pri­età. Il Comune ha anche atti­va­to un numero verde: 800232122. Il ter­mine di pre­sen­tazione delle domande è il 31 agosto.

Parole chiave: