Desenzano si confronta con l’oncologia nel Terzo Millennio. Da oggi, sabato 6, al 31 ottobre cinque giornate multidisciplinari promosse dall’Azienda Ospedaliera

Aggiornando medici ed infermieri

Di Luca Delpozzo

L’Azienda Ospedaliera di Desen­zano del Gar­da ha sem­pre riv­olto par­ti­co­lare atten­zione al tema del­la qual­ità. Ne con­segue che la for­mazione del per­son­ale e l’aggiornamento tecnico/scientifico sono con­siderati da ques­ta Azien­da una leva strate­gi­ca per con­fer­mare – e per qualche aspet­to ridefinire – il mod­el­lo azien­dale, mod­el­lo che pone al cen­tro dell’intervento pub­bli­co l’utente con i suoi bisog­ni”. Con queste parole il diret­tore gen­erale dell’AO di Desen­zano del Gar­da, dot­tor Ange­lo Fos­chi­ni, affronta un argo­men­to di grande inter­esse, con­cettuale e soprat­tut­to prati­co, in un momen­to in cui si ripro­pone come pri­or­i­tario il miglio­ra­men­to con­tin­uo del­la qual­ità delle prestazioni ero­gate e il loro costante monitoraggio.L’occasione per rib­adire questo fon­da­men­tale concetto/guida è offer­ta dal­la pre­sen­tazione delle Gior­nate mul­ti­dis­ci­pli­nari per medici e infer­mieri che si avviano oggi, saba­to 6 e che pros­eguiran­no il 12, 18, 24 e 31 otto­bre prossi­mi. L’iniziativa por­ta come tito­lo La qual­ità dell’assistenza al paziente onco­logi­co, è sta­ta volu­ta e orga­niz­za­ta dal diret­tore del Dipar­ti­men­to di med­i­c­i­na dell’Azienda Ospedaliera di Desen­zano, dott. Wal­ter Piubel­lo, che si è avval­so del­la col­lab­o­razione e dell’opera del Servizio For­mazione e Aggior­na­men­to, di cui è respon­s­abile la dot­tores­sa Rossel­la Goglioni. Il cor­so – che si apre oggi con la gior­na­ta intro­dut­ti­va ded­i­ca­ta all’Oncologia nel ter­zo mil­len­nio – è riv­olto a medici e infer­mieri e si pone come obi­et­ti­vo – spie­ga il dot­tor Piubel­lo – quel­lo “di miglio­rare e ren­dere adegua­to il com­por­ta­men­to dell’operatore nel­la relazione con la per­sona affet­ta da malat­tia onco­log­i­ca, attra­ver­so un cam­bi­a­men­to di atteggia­men­ti e una cresci­ta di conoscen­ze, rin­forza­ti da rif­les­sioni per­son­ali su temi umanistici”.L’inizio dei lavori, nell’aula magna dell’ospedale di Mon­te­croce, è fis­sato per le ore 9 sot­to la pres­i­den­za del pro­fes­sor Loren­zo Mag­no. Gli inter­ven­ti, moderati dal­lo stes­so Wal­ter Piubel­lo, affron­ter­an­no che temi che van­no dal­la val­u­tazione dei fat­tori di ris­chio, alla diag­nos­ti­ca, alle cure palliative.Sull’argomento del­la for­mazione e dell’aggiornamento inter­viene a sua vol­ta il diret­tore san­i­tario dell’AO, pro­fes­sor Alfon­so Castel­lani: “L’Azienda ospedaliera di Desen­zano ha dato e dà ampio spazio alla for­mazione del per­son­ale e, gra­zie all’Ufficio egre­gia­mente diret­to dal­la dot­tores­sa Rossel­la Goglioni, ha com­pi­u­to un salto di qual­ità pro­po­nen­do inter­ven­ti mirati ad una ricadu­ta qual­i­ta­ti­va­mente sig­ni­fica­ti­va non solo all’interno del­la nos­tra Azien­da”. “Molti dei nos­tri cor­si – con­clude il diret­tore san­i­tario azien­dale – han­no vis­to una fol­ta parte­ci­pazione di dis­cen­ti di altre Aziende san­i­tarie, anche extraregionali”.