Presentata ieri a Milano la nuova compagnia aerea controllata da un gruppo di imprenditori bresciani riuniti nella holding «Vittoria Alata». Presidente è Claudio Galeazzi, della Yokohama di Carpenedolo; amministratore Mario Rusconi

Air Italy, voli di linea e charter anche da Montichiari

03/07/2001 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo

Par­ti­ran­no nel­la sec­on­da metà del mese di luglio i bianchi Saab 2000 con la livrea di Air Italy, la nuo­va com­pag­nia pre­sen­ta­ta ieri a . Da Paler­mo e Cata­nia ver­so Gen­o­va, Bologna con voli la mat­ti­na e la sera, ma soprat­tut­to dal «» di Mon­tichiari. Il nuo­vo vet­tore con­ta di inserir­si nel mer­ca­to nazionale dei voli di lin­ea par­tendo da quelle che, lo stes­so Mario Rus­coni, ammin­is­tra­tore del­e­ga­to del­la nuo­va com­pag­nia ha tenu­to a sot­to­lin­eare, «sono le aree con mag­giore tas­so di cresci­ta del trasporto aereo d’I­talia». Insom­ma la Sicil­ia è un mer­ca­to vergine e Air Italy con­ta sul­la sicurez­za degli affari da fare in quel­la ter­ra per raf­forzarsi e puntare al grande com­mer­cio del char­ter a lun­go rag­gio. Inizial­mente i voli nazion­ali saran­no in «code shar­ing» con Merid­i­ana, di cui però non saran­no dei sos­ti­tu­tivi. Air Italy poten­zierà insom­ma l’at­tuale offer­ta su Bologna e Gen­o­va dagli aero­por­ti sicil­iani. Air Italy tut­tavia basa il suo futuro sul­lo svilup­po del­l’aero­por­to dell’aeroporto mon­te­clarense vis­to che una cor­da­ta di impren­di­tori bres­ciani è all’origine di ques­ta nuo­va impre­sa nel mer­ca­to aereo che potrà dis­porre di una delle migliori piste d’Italia. Carat­ter­is­ti­ca ques­ta che insieme all’ac­quis­to di due grossi 767–300 Er da lun­go rag­gio, con­sen­tirà a Air Italy di inserir­si pos­i­ti­va­mente nel­l’of­fer­ta dei vet­tori disponi­bili per i Tour oper­a­tor ital­iani. Le mete pos­si­bili sono Zanz­ibar, Cuba e i Caraibi, il Mes­si­co, La Repub­bli­ca domini­cana, il Kenya. Insom­ma un offer­ta com­ple­ta per le vacanze ad un cos­to decisa­mente infe­ri­ore assi­cu­ra­no i man­ag­er di Air Italy. Pres­i­dente di Air Italy è Clau­dio Galeazzi, tito­lare di un’azienda atti­va nel set­tore del­la com­po­nen­tis­ti­ca per auto, la Yoko­hama di Carpenedo­lo. Ammin­is­tra­tore del­e­ga­to e vice pres­i­dente di Air Italy sarà Mario Rus­coni ex patron di Alpi Eagles, , Ali­nord e Min­er­va Air­lines. La mag­gio­ran­za azionar­ia del­la nuo­va com­pag­nia è detenu­ta dal­la hold­ing «Vit­to­ria Ala­ta» che rag­grup­pa i nomi più impor­tan­ti del­l’im­pren­di­to­ria bres­ciana. «Siamo con­vin­ti di inserir­ci al meglio in un ambi­ente che sap­pi­amo davvero dif­fi­cile — spie­ga Rus­coni -, tut­tavia pro­prio l’as­so­ci­azione di due tipi di aerei idonei ad aree dif­fer­en­ti di servizio ci induce a pen­sare a un suc­ces­so. I costi di ges­tione notevol­mente dimi­nu­iti poichè l’agilità del­la nos­tra strut­tura potrà per­me­t­ter­ci un’of­fer­ta davvero conveniente».