La Comunità montana Parco Alto Garda ha deciso di dare una mano ai piccoli imprenditori di ogni genere, intervenendo per abbattere i tassi di Interesse sui prestiti che verranno richiesti da alcune categorie produttive.

Aiuti economici per ristrutturare

07/05/2000 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Bruno Festa

La Comu­nità mon­tana ha deciso di dare una mano ai pic­coli impren­di­tori di ogni genere, inter­ve­nen­do per abbat­tere i tas­si di Inter­esse sui presti­ti che ver­ran­no richi­esti da alcune cat­e­gorie pro­dut­tive: imp­rese agri­cole, arti­gianali, com­mer­ciali e oper­a­tori tur­is­ti­ci. Ma anche i pri­vati cit­ta­di­ni potreb­bero accedere a ques­ta facil­i­tazione, solo, però, se inten­dessero costru­ire o ristrut­turare la pri­ma abitazione.La Comu­nità Par­co stes­sa ha infat­ti inser­i­to nel bi-lan­cio di quest’an­no uno stanzi­a­men­to di due­cen­to mil­ioni, e ha, in ques­ta direzione, sot­to­scrit­to una con­ven­zione con alcune banche che oper­a­no sul ter­ri­to­rio: Cred­i­to coop­er­a­ti­vo di Bedi­z­zole e Tura­no Valvesti­no, Cas­sa rurale di Arco, Ban­ca popo­lare di Son­drio, Ban­co di Bres­cia e Cred­i­to coop­er­a­ti­vo dei Col­li morenici.L’importo del presti­to potrà andare dei 20 ai 100 mil­ioni per ogni ben­e­fi­cia­rio, e la Comu­nità inter­ver­rà copren­do il 50 per cen­to degli inter­es­si. Met­ten­do sul tap­peto un po’ di eure, vedi­amo che l’am­montare degli inter­es­si varia innanz­i­tut­to in base alla final­iz­zazione del presti­to, che può essere chiesto per uso abi­ta­ti­vo (costruzione o ristrut­turazione del­la pri­ma casa, con un tem­po mas­si­mo di 120 mesi per la resti­tuzione), oppure per attiv­ità pro­dut­tive (60 mesi di tem­po per ren­dere denaro e interessi).E una ulte­ri­ore vari­abile viene deter­mi­na­ta dal­la rateiz­zazione (trimes­trale o men­sile) ehe viene scelta per la resti­tuzione del presti­to. L’in­ter­esse da resti­tuire (da aggiun­gere, nat­u­ral­mente, alla quo­ta del cap­i­tale) viene fis­sato con­sideran­do l’Euri­bor (che è l’ex tas­so inter­ban­car­io) e aggiun­gen­dovi un ulte­ri­ore 1.50 per cen­to di Inter­esse se si trat­ta di una casa, o 1’1.75 per cen­to se si trat­ta di una attiv­ità pro­dut­ti­va. In questo momen­to l’Euri-bor e al 4 per cen­to per una even­tuale rateiz­zazione trimes­trale (qual­cosa in meno per la for­mu­la men­sile). Quin­di, la cifra totale del­l’In­ter­esse da resti­tuire da parte del pri­va­to andrebbe a col­lo­car­si tra il 5.50 e il 5.75 per cen­to: su ques­ta cifra la Comu­nità potrà inter­venire fino al 50 per cento.C’è da aggiun­gere che l’Euri­bor è vari­abile e subisce, di con­seguen­za, aggior­na­men­ti. La pri­or­ità nel sosteg­no all’ab­bat­ti­men­to degli inter­es­si ver­rà data a gio­vani impren­di­tori, o a col­oro che inten­dono inter­venire sul­la pri­ma casa e che han­no meno di 40 anni; poi a impren­di­tori agri­coli, colti­va­tori diret­ti e arti­giani, com­mer­cianti e oper­a­tori tur­is­ti­ci in zone forte­mente svan­tag­giate (Mag­a­sa, Valvesti­no, Cos­ta di Gargnano).Quindi a imp­rese agri­cole, arti­gianali e com­mer­ciali di nuo­va cos­ti­tuzione, ehe han­no avvi­a­to la loro attiv­ità nel ’99 in nuclei abi­tati con meno di 500 abi­tan­ti (in prat­i­ca qua­si tut­ti i paesi­ni alto-garde­sani non a lago).Tra le pri­or­ità che ven­go-no riconosciute fig­ur­erà anche l’area geografi­ca di apparte­nen­za e lo svan­tag­gio che la carat­ter­iz­za (favoriti negli aiu­ti sono i res­i­den­ti nelle aree mon­tane, segui­ti da chi abi­ta in quelle inter­me­die, per chi­ud­ere con chi vive sul­la spon­da del lago o quasi).Sono ammes­si inter­ven­ti per l’am­mod­er­na­men­to o l’am­pli­a­men­to di strut­ture e infra­strut­ture azien­dali, inves­ti­men­ti in macchi­nari, attrez­za­ture e immo­bili stru­men­tali con pri­or­ità per l’in­no­vazione tec­no­log­i­ca. E per finire per l’adegua­men­to alle norme igien­i­co san­i­tarie e di sicurezza.Per la pre­sen­tazione delle domande c’è tem­po fino al prossi­mo 9 giug­no: si rice-vono nel­la sede del­la Comu­nità Mon­tana Par­co, in via Oli­va 32 a Vil­la di Gargnano. Altre infor­mazioni tele­fo­nan­do all’uf­fi­cio Agri­coltura (allo 0365–71449). ‑Come fare per ottenere i finanziamenti.-Le domande per potere accedere ai con­tribu­ti offer­ti dal­la Comu­nità Mon­tana Par­co Alto Gar­da, ehe come dice­va­mo servi­ran­no a dimez­zare il cos­to degli inter­es­si sui presti­ti ban­cari, devono essere pre­sen­tate su uno stam­pa­to già pre­dis­pos­to dal­l’ente com­pren­so­ri­ale, ehe può essere riti­ra­to nel­l’uf­fi­cio Agri­coltura del­la comu­nità, nel­la sede di Vil­la di Gargnano.Tutte le richi­este ver­ran­no quin­di istru­ite dal­l’uf­fi­cio stes­so, e quelle ehe otter­ran­no il via lib­era; dei fun­zionari ver­ran­no inserite in una graduatoria.I finanzi­a­men­ti saran­no con­dizionati dal­la disponi­bil­ità eco­nom­i­ca, che per ques­ta pri­ma edi­zione del­l’inizia­ti­va rag­giunge i due­cen­to milioni.Resta comunque indis­pens­abile l’ac­cen­sione di un mutuo con­trat­to con uno dei cinque isti­tu­ti ban­cari che han­no sot­to­scrit­to l’ac­cor­do finanziario con la Comu­nità montana.

Parole chiave: