Con i dollari degli amici di San Martino in Calle suor Bruna Imelda allevia .i dolori dei lebbrosi e dei poveri di Marituba, nello Stato dei Parà in Brasile.

Aiuto ai lebbrosi

29/04/2000 in Avvenimenti
Di Luca Delpozzo
Sergio Bazerla

Con i dol­lari degli ami­ci di San Mar­ti­no in Calle suor Bruna Imel­da alle­via .i dolori dei leb­brosi e dei poveri di Mar­itu­ba, nel­lo Sta­to dei Parà in Brasile.E pro­prio di questi giorni la let­tera che spie­ga cosa farà e come uti­lizzerà il con­trib­u­to inoltra­to diret­ta­mente alla suo­ra dal sodal­izio lacisiense. E arriva­ta alla neo pre­si-dente dei grup­po, Maria Fiorel­la Azzan, diret­ta­mente e di pug­no dal­la suo­ra che vive in Brasile da molti anni, e che ha las­ci­a­to a Lazise la pro­pria famiglia e tan­tis­si­mi ami­ci e tan­tis­si­mi bene­fat­tori. Si, per­ché la comu­nità di Lazise ha un filo diret­to con suor Bruna Imel­da, ind­i­riz­zan­dole molte Offerte rac­colte in par­roc-chia, a tito­lo indi­vid­uale e da parte di alcune asso­ci­azioni che oper­a­no nel sociale.«Con questi sol­di », scrive suor Bruna Imel­da, «potrò costru­ire delle casette in leg­no per le famiglie poveris­sime del­la zona, ed inoltre potrò con­tribuire diret­ta­mente al man­ten­i­men­to dei bam­bi­ni che nascono in povertà. La mis­e­ria a Mar­itu­ba si toc­ca con mano ed ogni pic­co­lo con-trib­u­to, anche il più modesto può essere un grande vei­co­lo di salvez­za per tante pic­cole creature».San Mar­ti­no in Calle perö si sta adoperan­do anche per «sten­dere la mano» a chi e meno for­tu­na­to e che vive nel benessere del­la soci­età lacisiense. «Le povertà del duemi­la, affer­ma la pres­i­dente, spes­so sono som­merse, non evi­den­ti come in Brasile ma non per questo meno impor­tan­ti e meno struggen­ti». «La nos­tra e la soci­età del­l’op­u­len­za», con-tin­ua, «ma e anche la soci­età del­la sof­feren­za, del­la soli­tu­dine, del degra­do morale e per­son­ale. Per questo noi vogliamo con­tin­uare ad avere un occhio vig­ile ed una atten­zione par­ti­co­lare ver­so il sociale, ver­so situ­azioni par­ti­co­lari dei nos­tro paese, ingrossan­do le fila dei volon­tari che si met­tono a dis­po­sizione degli «ulti­mi», di chi non ha «voce».Nel cor­so del­l’ul­ti­mo diret­ti­vo del­l’as­so­ci­azione si e provve­du­to al rin­no­vo delle cariche sociali, per il tri­en­nio 2000–2002 e si e deciso di inter­venire con un con­trib­u­to, per l’ac­quis­to di una strut­tura per il tem­po libero, per gli anziani del­la locale casa di riposo.Ecco le nuove cariche sociali: Maria Fiorel­la Azza­li pres­i­dente, Mat­teo Cipri­ani vice-pres­i­dente; Clau­dio Marai seg­re­tario; Sante Pasquali­ni tesoriere. Azza­li Anna Elisa, Tomez­zoli Adal­isa, Broet­to Raf­fael­la, Bernori Ste­fa­nia, Nico­l­is Clara, Gan­di­ni Sil­via e Fac­ci­oli Gio­van­ni sono i con­siglieri.