L’aeroporto supera la prova maltempo Un solo atterraggio annullato per neve

Al D’Annunzio

19/01/2001 in Avvenimenti
Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Francesco Di Chiara

Come in occa­sione del­la bian­ca notte di , l’aero­por­to «Gabriele D’An­nun­zio» di Mon­tichiari è usci­to indenne anche dal­la nevi­ca­ta di ieri. Un solo atter­rag­gio sop­pres­so: il volo prove­niente da Roma Fiu­mi­ci­no di mer­coledì sera che è sta­to dirot­ta­to su Orio al Serio. Per il resto la pro­va neve è sta­ta bril­lante­mente super­a­ta gra­zie all’entrata in azione degli spaz­zan­eve del­la dit­ta Faus­ti­ni, che ha in appal­to questo tipo di servizio. I mezzi lavo­ran­do inin­ter­rot­ta­mente per tut­ta la notte han­no per­me­s­so che i voli si susseguis­sero rego­lar­mente per tut­ta la gior­na­ta. «A Natale fum­mo anco­ra più bravi — rac­con­ta Anto­nio Real­di, diret­tore del­lo sca­lo bres­ciano — nes­sun volo fu dirot­ta­to e la mat­ti­na erava­mo più effi­ci­en­ti di Malpen­sa, tan­to che se qualche aereo fos­se sta­to dirot­ta­to da noi avrem­mo potu­to accoglier­lo tran­quil­la­mente». Lo spaz­za­men­to del­la neve non è un oper­azione da poco con­sid­er­a­to che l’ area che viene uti­liz­za­ta dai veliv­oli per l’at­ter­rag­gio ed il movi­men­to sino alla stazione di servizio cor­risponde ad oltre 500 mila metri qua­drati. La pulizia di questo grande piaz­za­le con le piste e le bretelle di col­lega­men­to neces­si­ta di mezzi e attrez­za­ture adeguate. Anche l’area di parcheg­gio, dove pos­sono sostare 650 auto­mo­bili, è sta­to rip­uli­to ed i sei spaz­zan­eve sono rimasti ai mar­gi­ni del­la pista per ovviare ad una nuo­va nevi­ca­ta che si prevede pos­sa colpire anco­ra il bres­ciano nelle prossime ore. «Era sta­to ven­ti­la­to che nel­la notte aves­si­mo accolto voli da Verona ma la notizia non cor­risponde al vero — con­tin­ua Real­di -, anche lo sca­lo scaligero, come noi, è rimas­to chiu­so di notte per per­me­t­tere la pulizia delle piste». Sono quin­di con­tin­uati rego­lar­mente i voli quo­tid­i­ani di con Roma (tre in parten­za e tre in arri­vo) e quel­li di Rayanair con Lon­dra (due in parten­za e due in arri­vo, domeni­ca un solo volo anda­ta e ritorno). A propos­i­to di Rayanair è scadu­to ieri sera il tem­po utile per preno­tare via inter­net, a prez­zo d’occasione, il volo per Lon­dra — Stanst­ed. Da Mon­tichiari a Lon­dra, anda­ta e ritorno, si può volare infat­ti per la mod­i­ca cifra di 45 mila lire (più 60 mila di tasse). Questo è quan­to offre la Com­pag­nia aerea nel peri­o­do com­pre­so tra il 19 gen­naio ed il 22 feb­braio, nei giorni di lunedì, mart­edì, mer­coledì e giovedì. Uni­ca con­dizione era di preno­tare tramite il sito inter­net (www.rayanair.com) dal 12 al 18 gen­naio 2001. «In questi giorni i voli Rayanair sono pieni per tre quar­ti — spie­ga Real­di -, pos­si­amo dunque immag­inare un incre­men­to di passeg­geri da vista la clam­orosa offerta».

Parole chiave: