Centinaia di cavalieri in parata sull’Alto Garda

Al galoppo nel parco

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo

Più di 400 cav­a­lieri, in rap­p­re­sen­tan­za di 7 nazioni, si apprestano a dar vita alla 37° edi­zione dell’Equiraduno nazionale, la più impor­tante man­i­fes­tazione ital­iana ded­i­ca­ta al tur­is­mo equestre.La man­i­fes­tazione, pro­mossa dal­la Fite­trec-Ante (Fed­er­azione Ital­iana Tur­is­mo Equestre ed Equi­tazione di Cam­pagna) e sostenu­ta dall’assessorato provin­ciale al Tur­is­mo, si è uffi­cial­mente aper­ta tra mer­coledì 25 e giovedì 26 giug­no, quan­do da diverse local­ità delle province di Bres­cia, Berg­amo, Tren­to, Man­to­va e Pavia i parte­ci­pan­ti si sono mes­si in viag­gio lun­go le diverse trat­te di avvic­i­na­men­to a Toscolano Mader­no, local­ità che ospiterà gli even­ti clou del tradizionale appun­ta­men­to equituristico.L’arrivo nel cen­tro altog­a­rde­sano delle comi­tive di cav­al­li e cav­a­lieri (prove­ni­en­ti da numerose regioni d’Italia e da Svizzera, Dan­i­mar­ca, Ger­ma­nia, Olan­da, Fran­cia e Aus­tria) è pre­vis­to per saba­to, dalle 14 in poi. In gior­na­ta avrà quin­di luo­go la scud­er­iz­zazione dei cav­al­li. La logis­ti­ca è cura­ta dall’Associazione sporti­va dilet­tan­tis­ti­ca tur­is­mo equestre del Gar­da, sostenu­ta dall’assessorato comu­nale al Tur­is­mo, guida­to da .«Con ques­ta grande inizia­ti­va che accende sul Gar­da i riflet­tori del movi­men­to equestre nazionale – spie­ga Buf­foli – Toscolano Mader­no recu­pera la sua stor­i­ca tradizione ippi­ca, facen­do memo­ria del con­cor­so ippi­co che negli anni Ses­san­ta e Set­tan­ta vede­va sfi­dar­si sul cam­po di gara allesti­to nell’area che anco­ra oggi viene appun­to chia­ma­ta “cam­po ippi­co”, sul lun­go­la­go, i gran­di nomi di questo sport, da Rai­mon­do e Piero D’Inzeo, i “fratel­li invin­ci­bili” dell’equitazione ital­iana, a Graziano Mancinel­li, altro mon­u­men­to del­lo sport equestre, fino alla moglie di quest’ultimo, Nel­ly Pasot­ti, amaz­zone di spicco».«L’appuntamento – com­men­ta l’assessore provin­ciale al Tur­is­mo, Ric­car­do Mini­ni — ha rice­vu­to patrocinio e sosteg­no da parte del­la Provin­cia di Bres­cia oltre che per la sua impor­tante valen­za quale man­i­fes­tazione sporti­va di carat­tere nazionale, anche per­ché si inserisce in un prog­et­to più ampio da tem­po pro­gram­ma­to dal­la Provin­cia: l’Ippovia dall’Adamello al Garda»Il pro­gram­ma del­la man­i­fes­tazione prevede, nel­la ser­a­ta di saba­to, alle 21, una cena di gala con spet­ta­co­lo di cav­al­li ara­bi e musi­ca (per preno­tazioni tel. 331.7690468). La man­i­fes­tazione vivrà poi il suo momen­to clou domeni­ca mat­ti­na, a par­tire dalle 9, con una grande sfi­la­ta per il paese insce­na­ta dai cav­a­lieri parte­ci­pan­ti e da alcune car­rozze d’epoca, con l’accompagnamento musi­cale del­la ban­da cit­tad­i­na «G.Verdi».

Parole chiave: