Al Museo Rambotti di Desenzano un servizio di audioguide per tutti

Di Redazione

Il civi­co arche­o­logi­co “G. Ram­bot­ti” di Desen­zano del Gar­da, sin dal­la sua aper­tu­ra, ha fat­to dell’accessibilità uno dei prin­ci­pali obi­et­tivi, con la con­vinzione che il museo deb­ba essere “per tut­ti”. Non solo è dota­to di rampe di acces­so e ascen­sore per per­sone con dis­abil­ità fisiche ma, da feb­braio, offre anche alle per­sone ipouden­ti la pos­si­bil­ità di ascoltare con facil­ità la visi­ta gui­da­ta tramite apposi­ti cavi a induzione mag­net­i­ca con­nes­si alle audio­gu­ide e col­le­ga­bili auto­mati­ca­mente agli apparec­chi acus­ti­ci più diffusi.

«Oggi abbi­amo fat­to un ulte­ri­ore pas­so in avan­ti», affer­ma l’assessore all’Istruzione Antonel­la Soc­ci­ni. «Sono state introdotte sei audio­gu­ide con testi in ital­iano, inglese e tedesco, real­iz­zate dal­la soci­età Orpheo di Roma, tra le prin­ci­pali aziende del set­tore a liv­el­lo inter­nazionale, atten­ta alle tem­atiche con­nesse all’ac­ces­si­bil­ità e for­n­i­tore tra gli altri del Palaz­zo del Quiri­nale e dell’Expo di Milano. Le nuove guide sono dis­pos­i­tivi par­ti­co­lar­mente inno­v­a­tivi, in quan­to dotati di un cavo col­le­ga­bile auto­mati­ca­mente agli apparec­chi acus­ti­ci più dif­fusi, per con­sen­tire anche ai vis­i­ta­tori ipouden­ti di usufruire del servizio».

I con­tenu­ti del­la sezione preis­tor­i­ca sono sta­ti pre­dis­posti dal­la con­ser­va­trice del Museo Ram­bot­ti, dot­tores­sa Clau­dia Man­gani, quel­la del­la sezione romana, medievale e rinasci­men­tale dall’archeologo Ange­lo Ghi­rol­di in col­lab­o­razione con la Soprint­en­den­za Arche­olo­gia del­la Lom­bar­dia, e descrivono le tem­atiche pre­sen­ti nel per­cor­so espos­i­ti­vo, con qualche appro­fondi­men­to sulle scop­erte arche­o­logiche del­la zona per com­pletare il viag­gio dall’era preis­tor­i­ca all’età moderna.

Il prog­et­to è sta­to reso pos­si­bile da gra­zie al con­trib­u­to del­la (Un Museo per tut­ti). Il noleg­gio del­l’au­dio­gu­i­da è a paga­men­to (tre euro) e la dotazione del cavo per ipouden­ti è inclusa nel prezzo.