La finale il 4 luglio davanti al castello. L’appuntamento è nella sede della Regione Lombardia

Al «Premio Catullo» la scelta dei vincitori

23/02/2005 in Attualità
Parole chiave: -
Di Luca Delpozzo
Maurizio Toscano

Pri­mo atto dell’edizione numero 24 del Pre­mio «Sirmione-Cat­ul­lo» domani a dove, nel­la sede di rap­p­re­sen­tan­za del­la in via Poma, ver­rà annun­ci­a­to dal­la giuria, pre­siedu­ta da Bruno Ves­pa, il cast dei vinci­tori dei pre­mi alla car­ri­era e del gior­nal­is­mo. A bor­do di un pull­man che par­tirà da Sirmione arriverà una fol­ta del­egazione dei soci del­la Comu­nale che fan­no parte del­la giuria popo­lare chia­ma­ta a des­ignare la trasmis­sione tele­vi­si­va più get­to­na­ta tra quelle che fan­no parte del­la «rosa» che ver­rà resa nota dal­la stes­sa giuria di Bruno Ves­pa. Saran­no pre­sen­ti alla cer­i­mo­nia, che seg­na l’inizio del­la ven­ti­quat­tres­i­ma edi­zione del pre­mio Cat­ul­lo (dal 2000 trasfor­ma­to da let­ter­ario a gior­nal­is­ti­co), l’assessore regionale al tur­is­mo Mas­si­mo Zanel­lo, il sin­da­co Mau­r­izio Fer­rari e l’assessore comu­nale al tur­is­mo Gior­dano Sig­nori (a lui si deve prin­ci­pal­mente la scommes­sa sul nuo­vo asset­to del pre­mio). La pre­m­izione finale avrà luo­go, come da tradizione, in piaz­za­le Por­to la sera del 4 luglio men­tre due giorni dopo, il 6, andrà in onda in pri­ma ser­a­ta su Rai Uno l’intero spet­ta­co­lo. Si trat­ta sen­za alcun dub­bio di un grande spot pro­mozionale per la peniso­la sirmionese, per­ché già quindi­ci giorni pri­ma ver­ran­no man­date in onda decine di «finestre» sulle tre reti tele­vi­sive Rai per annun­cia­re la man­i­fes­tazione che, da tre anni, occu­pa ormai sta­bil­mente la pri­ma ser­a­ta del­la rete principe di Saxa Rubra. Se non ci saran­no sor­p­rese dell’ultima ora, a fian­co degli spon­sor isti­tuzion­ali (Provin­cia e Regione Lom­bar­dia), ci saran­no quel­li pri­vati: Bcc del Gar­da, e Spuman­ti Val­do. A far parte del­la giu­ra pre­siedu­ta da Ves­pa, ci sono firme pres­ti­giose del gior­nal­is­mo ital­iano: Anto­nio Caprar­i­ca, Car­men Lasorel­la, Mario Pasi, Fab­rizio Del Noce (diret­tore Rai Uno), Cor­radi­no Mineo e Car­lo Rossel­la (diret­tore del TG5). Lo scor­so anno ven­nero pre­miati, tra gli altri, Umber­to Verone­si e Giulio Andreot­ti per le loro indis­cutibili car­riere sci­en­tifi­ca e polit­i­ca; pre­mi­a­to anche il noto reg­ista sci­en­tifi­co Fol­co Quili­ci per il reportage «L’Italia vista dal cielo». Sul pal­co di Sirmione in quat­tro edi­zioni sono salite decine di per­son­ag­gi dell’arte, del­la cul­tura e del­lo spet­ta­co­lo, con­sacran­do così il pre­mio Cat­ul­lo come uno dei più impor­tan­ti nel panora­ma dell’informazione e delle man­i­fes­tazioni tele­vi­sive nazionali.

Parole chiave: -