Manifestazione enogastronomica, e non solo, per le del suggestivo borgo di Cecina

Al via Cecina con gusto, 4a edizione

Di Luca Delpozzo

E’ sta­ta pre­sen­ta­ta, pres­so  il Cen­tro di Eccel­len­za del­la di Toscolano Mader­no, “Ceci­na con gus­to”, man­i­fes­tazione cul­tur­ale ed enogas­tro­nom­i­ca che si svol­gerà ven­er­di 29 e saba­to 30 luglio per le vie del bor­go. Ques­ta quar­ta edi­zione è fat­ta in col­lab­o­razione tra l’asses­so­ra­to al com­mer­cio e attiv­ità pro­dut­tive del comune di Toscolano Mader­no e la neo nata asso­ci­azione  chei de sisi­na” con il patrocinio del­l’asses­so­ra­to al tur­is­mo del­la provin­cia di Bres­cia. Alla pre­sen­tazione era­no pre­sen­ti: l’asses­sore al com­mer­cio Giu­liana Capuc­ci­ni, il pres­i­dente di “chei de sisi­na” Alessan­dro Delai con il vice pres­i­dente Sil­vano Bendinel­li e  tut­to il CDA con molti  dei qua­si 80 iscrit­ti all’as­so­ci­azione. Pre­sen­ti anche il sin­da­co di Toscolano Mader­no Rober­to Righet­ti­ni, l’asses­sore provin­ciale al tur­is­mo edil pres­i­dente dei lavo­ra­tori anziani del­la cartiera Gior­gio Bom­bardieri. Quest’an­no “Ceci­na con gus­to” vede tante novità rispet­to alle edi­zioni pas­sate a par­tire dal­la grande parte­ci­pazione atti­va degli abi­tan­ti del bor­go che ha per­me­s­so di strut­turare un cir­cuito più grande che pro­pone: un mer­ca­to del­l’an­ti­quar­i­a­to, un’e­s­po­sizione di artigianato,l’arte dei mas­tri car­tai del­la valle delle cartiere che mostr­eran­no come si fa la car­ta filigranata,(ricordiamo che Ceci­na è sta­ta dimo­ra di Gabriele di Pietro e Alessan­dro Pagani­ni illus­tri stam­pa­tori del­la repub­bli­ca di Venezia),  tre mostre pit­toriche per­son­ali di artisti locali Lil­iana Magro­gras­si, artista poliedri­ca dipinge su tele seta acquarel­lo; Alessan­dro Ele­na di anni 16 spe­cial­iz­za­to in acquarel­lo, artista inna­to di orig­ine ceci­nese, dipinge ed espone da anni, e lo scom­par­so dott. Bendinel­li che, di orig­ine ceci­ne­si, ha espos­to con mostre per­son­ali sia in Italia che all’es­tero. Tre gli stand gasto­nomi­ci con bres­ciani, salu­mi di qual­ità, tipi­co del Gar­da e for­mag­gi del con­sorzio del­la Valle Sab­bia, cap­peri, castagne e spe­cial­ità culi­nar­ie del luo­go, dol­ci tipi­ci, anguria,gelato ecc ecc. Npon mancher­an­no, per i più pic­coli, i gon­fi­a­bili gra­tu­iti sorveg­liati con il cal­ciobalil­la umano (un gio­co uni­co a squadre). Le ser­ate saran­no alli­etate da musi­ca, dal­la ban­da e dal­l’o­ra­to­rio delle Ande con le arti circensi di cir­ca 50 ragazzi che si esi­bi­ran­no in numeri eccezion­ali e col­oratis­si­mi per le vie del bor­go. “Il nos­tro inten­to — spie­gano gli orga­niz­za­tori — oltre che offrire la pos­si­bil­ità di piacevoli ser­ate enogas­tro­nomiche è di far riv­i­vere il bor­go nelle sue vie e nel­la sua tradizione res­pi­ran­do unsapore di memo­ria di antichi gusti.