Al via il progetto “Radiologia domiciliare” riservata alle RSA del territorio di ASST Garda

02/04/2021 in Sanità
Di Luigi Del Pozzo

ASST Gar­da ha atti­va­to, da oggi 1 aprile, il servizio di Radi­olo­gia Domi­cil­iare ded­i­ca­to agli ospi­ti delle RSA del­la Rete Ter­ri­to­ri­ale che ver­rà este­so, dal prossi­mo 1 mag­gio su pre­scrizione del medico di med­i­c­i­na gen­erale, anche al domi­cilio delle per­sone anziane, frag­ili, dis­abili e non trasportabili.

Il prog­et­to – dichiara il Diret­tore Gen­erale di ASST Gar­da Carme­lo Scar­cel­la – si avvale di una apparec­chiatu­ra radi­o­log­i­ca mobile ed è nato con l’obiettivo di garan­tire com­fort e sicurez­za ai pazi­en­ti, con riduzione degli sposta­men­ti e del ris­chio di con­trarre infezioni in par­ti­co­lare in relazione al coro­n­avirus. Inoltre porterà un ben­efi­cio per le RSA con pos­si­bile effet­to pos­i­ti­vo sul rap­por­to costo/efficacia.”

Le RSA pos­sono richiedere, tramite mail ded­i­ca­ta, le seguen­ti radi­ografie, purchè non pre­scritte con carat­tere di urgen­za: radi­ografia con­ven­zionale del torace, radi­ografia di arti­co­lazioni, ossa lunghe, baci­no e anche (queste ultime solo per con­trol­lo postoperatorio).

Sarà cura del Servizio di Radio­di­ag­nos­ti­ca provvedere alla preno­tazione dell’esame e alla comu­ni­cazione dell’appuntamento.

L’equipe, che si reca pres­so la RSA per l’esecuzione del­la radi­ografia, è cos­ti­tui­ta da un tec­ni­co di radi­olo­gia e un OSS; la refer­tazione viene effet­tua­ta dal medico radi­ol­o­go pres­so il Servizio di Radio­di­ag­nos­ti­ca del Pre­sidio Ospedaliero di riferimento.