Alla Conca Verde si apre la 2° edizione del festival venatorio Ci sarà grande spazio per la cinofilia e per le prove di tiro

Al via la «caccia … in festa»

Di Luca Delpozzo
Diego Serino

Un momen­to d’in­con­tro di popo­lo, l’oc­ca­sione per dimostrare che la cac­cia è sto­ria e tradizione, è cul­tura e sport: inizia pro­prio oggi, alla Con­ca Verde di Lona­to, la sec­on­da edi­zione di «Cac­cia in fes­ta», il modo migliore per conoscere il mon­do vena­to­rio diver­tendosi e ammi­ran­do finali nazion­ali di tiro, armi ed abbiglia­men­to tec­ni­co. Dopo il suc­ces­so ottenu­to l’an­no scor­so a Cese­na, la Fed­er­azione Ital­iana del­la Cac­cia, ha volu­to portare l’even­to nel­la zona d’I­talia che, con i suoi 19.000 asso­ciati, dimostra di essere la più lega­ta al mon­do del­la cac­cia, tan­to da creare occu­pazione per cir­ca 60.000 per­sone in tut­to il Paese ed un giro eco­nom­i­co di cir­ca seim­i­la mil­iar­di delle vec­chie lire. La Fed­er­azione Ital­iana Cac­cia, con il patrocinio del­l’asses­so­ra­to alla cac­cia del­la Provin­cia di Bres­cia, del Con­siglio regionale del­la Lom­bar­dia e del Comune di Lona­to, si prepara, così, a dare il via alla man­i­fes­tazione con l’inaugurazione che si svol­gerà domani alle 11.30 e la pre­sen­tazione del­l’o­pus­co­lo riguardante la dieta del cac­cia­tore. Nel pomerig­gio si pros­eguirà con il dibat­ti­to sul tema delle nor­ma­tive e delle com­pe­ten­ze isti­tuzion­ali, men­tre, alle 17.00, si potran­no ammi­rare le prove di obe­di­ence dei cani da cac­cia, vis­to che grande spazio ver­rà dato alla cinofil­ia. Saba­to sarà, invece, il giorno delle finali dei cam­pi­onati ital­iani orga­niz­za­ti da Fed­er­cac­cia; tre quelle pre­viste: tiro al piat­tel­lo fos­sa, tiro al piat­tel­lo skeet e tiro con la cara­bi­na ad aria com­pres­sa per gli under 18. Domeni­ca si con­tin­uerà pros­eguen­do con le finali e con le dimostrazione di agili­ty dei cani men­tre per tut­to l’ar­co del­la man­i­fes­tazione sarà pos­si­bile seguire due per­cor­si di cac­cia itin­er­ante ed uti­liz­zare i campi di tiro, i poligo­ni di tiro ad aria com­pres­sa e mis­urar­si anche con il tiro del­l’ar­co. Per i più pic­coli sono state orga­niz­za­ti un con­cor­so di dis­eg­no, il «bat­tes­i­mo del pony» e momen­ti che ricor­dano il West degli indi­ani e dei cow­boy. Il cos­to d’in­gres­so è di 6 euro (4 euro per i soci Federcaccia).