Castiglione, la costruirà l'Int.Dep.Cast entro l'anno

Al via la piscina coperta

Parole chiave:
Di Luca Delpozzo
Elia Botturi

Sarà l’Int.Dep.Cast., azien­da pri­va­ta a cap­i­tale pub­bli­co che si occu­pa di ecolo­gia, rifiu­ti e , a costru­ire la nuo­va pisci­na coperta.Ora la vicen­da pare ad una svol­ta, come con­fer­ma­to nel­l’ul­ti­mo con­siglio comu­nale dal­l’asses­sore allo Sport, Ange­lo Tagliani. «La giun­ta ha dato manda­to all’Int.Dep.Cast. di ver­i­fi­care la fat­tibil­ità del prog­et­to — spie­ga Tagliani — Dopo l’am­min­is­trazione val­uterà costi di real­iz­zazione e soprat­tut­to di ges­tione, e pren­derà una deci­sione defin­i­ti­va, che dovrebbe essere pos­i­ti­va». Sarà uti­liz­za­to un prog­et­to del­la giun­ta De Pado­va rimas­to nel cas­set­to, anche se all’e­poca fu con­tes­ta­to pro­prio per il cos­to di elab­o­razione da parte del pro­fes­sion­ista incar­i­ca­to. Ora si potrà sfruttare la prog­et­tazione già pronta e sola­mente da adeguare alle nuove nor­ma­tive: prevede la nasci­ta di una pisci­na cop­er­ta nel­la zona del­l’impianto nata­to­rio scop­er­to di San Pietro. In questo modo, appog­gian­dosi ai servizi del­la strut­tura già esistente, si risparmierebbe una parte dei sol­di. «Si trat­ta di un incar­i­co impeg­na­ti­vo che abbi­amo comunque deciso di assumer­ci — ha avu­to modo di dichiarare negli scor­si giorni il pres­i­dente dell’Int.Dep.Cast.,Belluzzi -. Ora dob­bi­amo val­utare il prog­et­to esistente, poi trovare i finanzi­a­men­ti per costru­ire la pisci­na e infine cer­care le soluzioni migliori e più eco­nomiche per il man­ten­i­men­to suc­ces­si­vo. Cre­do comunque che si trat­ti di un impor­tante e molto atte­so pas­so avan­ti per una cit­tà come Cas­tiglione, dove gli appas­sion­ati devono recar­si in altri comu­ni per fare una nuo­ta­ta d’in­ver­no». Fra l’al­tro non sarà l’u­ni­ca opera pub­bli­ca che l’ente di via Ger­ra real­izzerà: è in fase avan­za­ta il prog­et­to per la creazione di un parcheg­gio sot­to le mura del Castel­lo. L’area di sos­ta, sen­za asfal­to o cemen­to e fit­ta­mente piantu­ma­ta, potrà ospitare cir­ca 150 auto­mo­bili, che acced­er­an­no da via Garibal­di, attra­ver­so il vico­lo subito dopo il Fame­dio, e usci­ran­no dal­la stra­da che s’im­mette sul­la ex provin­ciale per Desen­zano. I lavori dovreb­bero par­tire a breve e ter­minare entro fine anno.

Parole chiave: