Al via il Quinto Festival d’area Suoni e Sapori del Garda 2017

11/05/2017 in Attualità
Di Redazione

Sono trascor­si dici­as­sette anni dall’esordio del Fes­ti­val di Musi­ca Sacra del­la Provin­cia di Bres­cia. Nel 2000, sul­la scia dei con­cer­ti pro­mossi in occa­sione del Grande Giu­bileo, musicisti e pro­fes­sion­isti bres­ciani han­no dato vita ad una man­i­fes­tazione il cui inten­to, coro­na­to da un grande suc­ces­so di pub­bli­co, era quel­lo di riportare la musi­ca sacra dei gran­di autori dal ‘500 all’800 nei suoi luoghi di elezione, ovvero le chiese.

Da allo­ra, attra­ver­so oltre 280 con­cer­ti affi­dati ad orchestre, cori, solisti e for­mazioni musi­cali di asso­lu­to val­ore, migli­a­ia di per­sone han­no potu­to ascoltare ques­ta bel­lis­si­ma musi­ca, sco­pren­do o risco­pren­do, al tem­po stes­so, i tem­pli del­la fede, luoghi di cul­to e preziosi scrig­ni per le opere d’arte, del­la pit­tura come del­la scul­tura, attra­ver­so i luoghi del Bres­ciano, dal­la cit­tà, alla pia­nu­ra, alle val­li ed ai laghi.

Lun­go questo per­cor­so è mat­u­ra­ta la profi­cua col­lab­o­razione tra l’Associazione Brix­ia Sym­pho­ny ed il Comune di Gar­done Riv­iera (53 man­i­fes­tazioni dal 2011) che del­la musi­ca sacra, ma anche del­la sin­fon­i­ca e del­la lir­i­ca è diven­ta­to con­vin­to sosten­i­tore. Lo scopo non è solo quel­lo di offrire ai res­i­den­ti e agli ospi­ti il lin­guag­gio e il mes­sag­gio uni­ver­sali del­la musi­ca, ma anche quel­lo di val­oriz­zare le pecu­liar­ità e le bellezze artis­tiche e pae­sag­gis­tiche di una vas­ta area del ter­ri­to­rio bres­ciano, con un per­cor­so ind­i­riz­za­to alla scop­er­ta dei luoghi del sacro e del­la spir­i­tu­al­ità.

Per il quin­to con­sec­u­ti­vo sul­la splen­di­da riva bres­ciana del Bena­co, insieme alla Comu­nità del Gar­da, l’Associazione La Mela­grana, la Fon­dazione Provin­cia di Bres­cia Even­ti,  il sosteg­no del­la Stra­da dei Vini e dei Sapori del Gar­da e dei comu­ni di Gar­done Riv­iera, Cal­vagese del­la Riv­iera, Gargnano, Gavar­do, Lona­to del Gar­da, Moni­ga del Gar­da, Mus­co­l­ine, Pueg­na­go del Gar­da, Salò, San Felice del Bena­co, Tig­nale, Toscolano Mader­no va in sce­na con entu­si­as­mo e inter­esse il Quin­to  Fes­ti­val d’area “Suoni e Sapori del Gar­da”, pro­pos­to dall’Associazione Brix­ia Sym­pho­ny di Bres­cia, con la direzione artis­ti­ca di Gio­van­na Sor­bi.

La Comu­nità del Gar­da, uni­co organ­is­mo rap­p­re­sen­ta­ti­vo dell’intera regione bena­cense, con­corre alla real­iz­zazione e all’organizzazione dell’evento: un cir­cuito di spet­ta­coli inser­i­ti in un uni­co cartel­lone, con il diret­to coin­vol­gi­men­to di Comu­ni affer­en­ti all’intero baci­no lacus­tre e al suo imme­di­a­to entroter­ra. Il prog­et­to negli anni si è affer­ma­to come appun­ta­men­to peri­od­i­co e con­tin­u­a­ti­vo, amplian­dosi  e riscuo­ten­do ampio suc­ces­so di pub­bli­co e crit­i­ca. Anche in  ques­ta edi­zione, dopo il pos­i­ti­vo riscon­tro dell’edizione 2016 , ver­ran­no abbinati ad alcu­ni even­ti vis­ite gui­date ai luoghi del fes­ti­val e degus­tazioni di vini e prodot­ti del ter­ri­to­rio, gra­zie alla fat­ti­va col­lab­o­razione con l’ Asso­ci­azione La Mela­grana e  la Stra­da dei Vini e dei Sapori del Gar­da.

Il con­cer­to inau­gu­rale si ter­rà domeni­ca 21  mag­gio, alle 17,30 a Vil­la Alba a Gar­done Riv­iera, con la Brix­ia Sym­pho­ny Orches­tra, diret­ta da Gio­van­na Sor­bi che accom­pa­gna i tre gio­vani e tal­en­tu­osi vinci­tori del Con­cor­so Liri­co Inter­nazionale Giac­in­to Pran­del­li 2017, insieme al Pri­mo clas­si­fi­ca­to del 2016, il tenore Seeon Moon. I gio­vani artisti  si cimenter­an­no in un pro­gram­ma tut­to ded­i­ca­to alle gran­di pagine operi­s­tiche dell’Ottocentesco da Donizetti a Ver­di.

Seguiran­no altri diciot­to appun­ta­men­ti, con­cen­trati tra mag­gio e dicem­bre, con la chiusa finale il 26 dicem­bre per l’impedibile e tradizionale “Con­cer­to degli Auguri”, sem­pre a Vil­la Alba. Oltre alla Brix­ia Sym­pho­ny Orches­tra, tra i pro­tag­o­nisti ci sono ensem­ble e solisti di asso­lu­to rilie­vo, con alcune ricon­ferme come Milano­lus­ter­brass con il jazz, gli Archi del­la Brix­ia col vio­li­no solista Ser­afi­no Tedesi, l’arpista Anna Loro, l’Arcadia Ensem­ble, Thay­ma Ensem­ble, e nomi pres­ti­giosi come il sopra­no giap­ponese Eriko Sumiyoshi, l’oboista Fabi­en Thouand 1° Oboe del Teatro alla Scala di Milano, il Grup­po Vocale Chan­son D’Aube, il Coro In Tem­po Rebel­li, il con­certista d’organo Ivan Ron­da, il Duo Alberti/Pirlo. Atten­zione par­ti­co­lare anche ai gio­vani e gio­vanis­si­mi, con il recital del vio­lin­ista Vale­rio Scara­no (tredi­ci anni) e dei gio­vani musicisti vinci­tori di con­cor­si inter­nazion­ali del Trio Mag­no­lia (Chris­t­ian Impaziente, Luca Tognon e Claire Colom­bo, ses­san­ta anni in tre).

 

 

 

 

 

 

Commenti

commenti